4 Febbraio 2013

MPS: CODACONS REPLICA A FEDERCONSUMATORI. FINALMENTE ANCHE FEDERCONSUMATORI CHIEDE SIA LO STATO A CONTROLLARE!!

    MPS: CODACONS REPLICA A FEDERCONSUMATORI. FINALMENTE ANCHE FEDERCONSUMATORI CHIEDE SIA LO STATO A CONTROLLARE!!

    Siamo felici che il nostro intervento odierno abbia indotto Federconsumatori (ma Adusbef, ferocemente critica verso Bankitalia, che fine ha fatto?) a distaccarsi almeno un minimo dai padroni del vapore, ossia il PD e le sue propaggini sindacali incardinate come virus letale all’interno di Mps. Lo afferma il Codacons, replicando alla nota diffusa oggi dall’associazione legata alla Cgil.
    Federconsumatori, infatti, ora non parla più di prestito e basta, ma di prestito con controllo dello Stato, che è esattamente quello che vuole il Codacons e che è stato avanzato al Tar attraverso la richiesta di commissariamento della banca, perché i soldi che vengono erogati siano controllati euro per euro e non prendano strane strade come Londra o Cayman
    Quanto all’accostamento tra Federconsumatori e Cgil a noi non fa né caldo né freddo, ma abbiamo dovuto sollevare dinanzi al Ministero dello Sviluppo Economico il problema della compatibilità di una associazione a tutela dei consumatori che sia finanziata e abbia sedi presso un sindacato, laddove i sindacati non possono avere la qualifica di onlus e hanno interessi totalmente contrapporti a quelli dei consumatori in tutti i settori produttivi. Basta osservare al riguardo come le associazioni dei consumatori sindacalizzate (Federconsumatori-Cgil, Adiconsum-Cisl e Adoc-Uil) siano rimaste quasi  totalmente estranee alle battaglie salutiste che il Codacons svolge a Taranto sul caso Ilva, forse per paura di danneggiare le organizzazioni sindacali di riferimento che sono schierate quasi sempre a tutela dei posti di lavoro anche se questo significa morti tra lavoratori e cittadini.
    Per finire, osserviamo che Codacons non ha bisogno di visibilità e di “destare scalpore con notizie eclatanti (spesso poco plausibili e difficilmente attuabili)”,  poiché da anni, in base alle ricerche condotte da enti accreditati ed autorevoli, il Codacons appare sempre come la associazione più presente sui mass media. Questa necessità, forse, riguarda Federconsumatori, che non è mai apparsa ai vertici delle suddette classifiche.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox