10 Aprile 2020

«Morti di Covid per inefficienza la Procura ora indaghi»

TRENTO. Difficoltà, omissioni, sottovalutazioni nell’ assistenza di un parente malato da parte delle strutture sanitarie pubbliche, e da qui l’ erogazione di cure approssimative e talvolta la morte: è questo il contesto segnalato dall’ associazione di consumatori Codacons del Trentino Alto Adige, che ha presentato un esposto alle Procure della Repubblica di Trento e Bolzano chiedendo di accertare eventuali e presunte carenze ed omissioni da parte degli enti locali e delle strutture sanitarie nella cura dei soggetti affetti da Covid-19.«L’ esposto – scrive l’ associazione per i diritti dei consumatori in una nota – chiede di avviare un’ indagine, partendo dal sequestro di tutte le cartelle cliniche e le attestazioni dei deceduti in regione». Da oggi l’ associazione mette a disposizione dei parenti dei deceduti un questionario da compilare per denunciare eventuali difficoltà, omissioni o ritardi nell’ erogazione dell’ assistenza e delle cure mediche da parte degli organi sanitari della regione. Si può accedere dal sito www.codacons.it. Tutto si può compilare online, ma il questionario è compilabile anche telefonicamente contattando il numero verde gratuito 800/066735. Il numero verde è attivo nelle fasce che vanno dalle 10 alle 12, e dalle 14 alle 16.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox