24 Dicembre 2019

MORTE A CORSO FRANCIA, CODACONS: COMUNE E VIGILI URBANI CHIUDONO LA STALLA DOPO CHE I BUOI SONO SCAPPATI

     

    DOPO TRAGEDIA DECISO DI INSTALLARE AUTOVELOX SU STRADE KILLER. COSI’ AMMINISTRAZIONE AMMETTE PROPRIE COLPE E CONCORSO NEI REATI

    Il Comune di Roma e la Polizia Municipale chiudono la stalla dopo che i buoi sono scappati, e decidono di installare autovelox sulle strade killer della capitale troppo tardi e solo dopo l’ennesima tragedia dove hanno perso la vita due 16enni in Corso Francia. Lo afferma il Codacons, che attacca duramente l’amministrazione e i vigili urbani.
    Da anni il Codacons e le associazioni delle vittime delle strade chiedono di potenziare i controlli sulle strade della capitale proprio per arginare la strage di pedoni registrata in città – spiega l’associazione – Solo oggi Comune e Vigili si svegliano e decidono di installare autovelox sulle strade a più elevata incidentalità, ammettendo di non riuscire ad ottenere il rispetto del Codice della strada specie da parte dei più giovani.
    Amministrazione comunale e Polizia Municipale sapevano benissimo della pericolosità di alcune strade, al punto che su 29 tratte saranno ora installati gli autovelox – prosegue il Codacons – Questa è la prova delle responsabilità di Comune e forze dell’ordine che, consapevoli dei rischi esistenti su alcune arterie, non si sono fino ad oggi attivati per garantire la sicurezza stradale, e devono ora rispondere per concorso nei reati che saranno accertati dalla magistratura circa la morte delle due studentesse a Corso Francia.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox