29 Gennaio 2015

Monza, un bambino di tre anni azzannato a una gamba dal suo rottweiler: è grave

Monza, un bambino di tre anni azzannato a una gamba dal suo rottweiler: è grave

Il
piccolo giocava nella villetta di famiglia quando il cane lo ha
aggredito. Soccorso dalla donna, è stato trasportato in elicottero al
Sant’Anna di Como: è in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita

di GABRIELE CEREDA
 
Stava giocando nel cortile della sua villetta di Cogliate (Monza e Brianza) con uno dei suoi tre rottweiler, ma il cane si è rivoltato contro il bambino di tre anni e lo ha azzannato al polpaccio. Una scena terribile sotto gli occhi della mamma, che è intervenuta per prima nel tentativo di staccare il molosso dal bambino. La donna è riuscito a farlo solo dopo alcuni minuti e ha portato in casa il figlio. A quel punto sono stati chiamati i soccorsi.
Dall’ospedale Sant’Anna di Como si è alzato in volo un elisoccorso, mentre dall’ospedale di Carate Brianza è partita un’ambulanza. I due mezzi di soccorso sono arrivati in contemporanea, ma la grave ferita ha fatto optare i medici per il trasporto aereo. Arrivato all’ospedale di Como, il bambino è stato operato per ricucire i tessuti ed è stato sottoposto a due trasfusioni di sangue. Per i medici dell’ospedale le condizioni del piccolo sono “severe”, ma non si troverebbe in pericolo di vita.
Sulla vicenda è intervenuto il Codacons, che senza esprimere giudizi sul caso specifico fa notare come “esistono razze di cani potenzialmente pericolosi per l’uomo, come i pitbull o i rottweiler, che per le loro caratteristiche (potenza, robustezza, dentatura) possono provocare ferite letali. Per tale motivo – prosegue l’associazione – chiediamo da tempo un patentino obbligatorio per chi possiede cani particolarmente potenti e potenzialmente pericolosi”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this