23 Settembre 2021

Montesano incita i no-vax: “Il 15 ottobre facciamo sciopero, blocchiamo il Paese”

Non si placa la furia di Enrico Montesano contro il vaccino anti-Covid. L’attore prosegue sui social la sua battaglia no-vax e nell’ultimo video, in cui veste i panni di Torquato il pensionato, si scaglia contro il Codacons e il suo presidente Carlo Rienzi per la provocazione lanciata nei giorni scorsi dall’associazione relativamente alla sospensione del reddito di cittadinanza e della pensione a chi non si vaccina. Ovviamente non prima di aver lanciato un paio di cannonate contro Figliulo, “il generale camionetta”, e l’obbligatorietà del Green pass allargata, dal 15 ottobre, nei luoghi di lavoro: “Facciamo uno sciopero nazionale. Siamo liberi di scegliere e arrivato a questa età posso decidere come finire? Noi che abbiamo rifiutato il siero miracoloso – incalza Montesano – Facciamo uno sciopero e blocchiamo tutto il Paese. Non paghiamo neanche più il canone, perché anche in televisione sempre le stesse cose, le stesse trasmissioni sul Covid. Io non le voglio vedere”. E ancora sul vaccino: “Prima immunizzava, dicevano. Ora protegge. Adesso c’hai il protettore, sei come ‘na mign***”.

La polemica con il Codacons

Nel video Montesano attacca pesantemente Carlo Rienzi, che replica attraverso un altro video: “Montesano, che sull’ironia aveva basato la sua carriera, ha oramai perso lo smalto di un tempo, e non è più in grado di cogliere le provocazioni, preferendo abbandonarsi agli insulti e alla inutile aggressività per difendere le sue tesi no-vax – spiega Rienzi – La nostra richiesta di sospendere reddito di cittadinanza e pensioni ai non vaccinati andava esattamente nella direzione opposta, ed era tesa a sottolineare la disparità di trattamento tra cittadini sul fronte del green pass, con i lavoratori che subiranno la sospensione dello stipendio se non si sottoporranno al vaccino, mentre i beneficiari di reddito di cittadinanza o pensioni non vaccinati non saranno colpiti da analoghi provvedimenti”. Un attacco gratuito e superficiale quello di Montesano, prosegue Rienzi: “Se si fosse informato meglio, avrebbe scoperto che il Codacons, pur essendo favorevole alla campagna vaccinale, sta orgaizzando un ricorso collettivo proprio contro le misure punitive varate dal Governo nei confronti dei lavoratori sprovvisti di Green pass, perché riteniamo non si possa sospendere dal lavoro chi, per le più disparate ragioni, decide di non vaccinarsi – continua il presidenze dell’associazione – Così facendo, infatti, si introduce un obbligo vaccinale in assenza di una legge nazionale dello Stato, ricorrendo al ricatto del lavoro per imporre il vaccino agli italiani”. E conclude: “Non prevedendo il nostro ordinamento discriminazioni tra cittadini, è più che evidente che se verrà sospeso il reddito ai lavoratori sprovvisti di Green Pass, la stessa regola dovrà valere per chi percepisce altri redditi, come pensioni o reddito di cittadinanza”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox