14 Agosto 2007

Monfalcone In città decine di strade con l`asfalto a pezzi

Monfalcone In città decine di strade con l`asfalto a pezzi: via Romana e via Volta le zone più degradate Via Matteotti, sulla quale il Comune di Monfalcone ha promesso un pronto intervento, è solo uno dei tanti problemi che i marciapiedi della città presentano. E che più volte sono stati segnalati dagli stessi rioni. Alcuni, saranno interessati a breve da un piano che vede uno stanziamento di quasi due milioni di euro. Per gli altri, però si dovrà ancora pazientare. Perché non ci sono abbastanza fondi per risolvere tutto in breve tempo. Ma di strade e marciapiedi a pezzi è piena Monfalcone. A cominciare da via Romana, il quartiere con più problemi: la lista delle strade che hanno bisogno di rattoppi è lunghissima: via Sorgente, via Asquini, via Vergerio, via delle Vigne e via Redentore. Ma la situazione è precaria anche sulla direttrice Ovest della città: in via 4 Novembre, in via Manzoni, via Sanzio, via Mantegna-Tintoretto e androna Tintoretto. Buche e marciapiedi in pessime condizioni anche in via Ponziana, via Sant`Antonio, via don Fanin e via Mazzini nella zona di San Polo. Proteste da parte dei residenti e di numerosi cittadini che vi transitano sono arrivate anche per via Galilei e soprattutto via Volta, dove i marciapiedi sono praticamente distrutti e sulla strada ci sono pericolosi avvallamenti. Gli appelli rivolti al Comune sono stati fino a ora inutil. Ma nei vari quartieri ci sono molti altri i punti critici. A Panzano, ad esempio. Dove solo alcuni problemi sono stati in parte risolti con il rifacimento di alcune vie all`interno del Piano di quartiere. E così ci sono dei problemi anche nelle vie principali, come l`angolo tra via Vittor Pisani e via Callisto Cosulich, praticamente distrutto, e tante piccole strade laterali del quartiere che sono in stato di abbandono da anni. Poi c`è Largo Isonzo: via Tiepolo e via Isonzo, su cui il Comune ha promesso che interverrà prima possibile, e ancora via Tito Livio, via Piave e via Vecellio. In pessime condizioni anche via Da Vinci. In crisi e pericolose per i pedoni anche le laterali di via Ponziana che, secondo quanto riferito dagli stessi abitanti sono letteralmente devastate dagli allacciamenti al gas che ogni abitante ha dovuto provvedere a fare. Per quanto riguarda il rione Aris San Polo, poi, i casi critici sono stati evidenziati più di qualche volta. In centro solo via Duca d`Aosta e via Fratelli Rosselli in pratica sono state rifatte. Molte altre, più o meno, hanno qualche pecca. A cominciare da via San Francesco, vicino a piazza della Repubblica, per finire con via 25 Aprile che tempo fa era finita anche nel mirino del Codacons per l`angolo particolarmente dissestato con via Plinio. Il centro comunque è l`unico quartiere in cui la situazione non sembra grave. Ma è proprio il rione di via Matteotti, dove è avvenuto l`infortunio della donna. Niente di particolare da segnalare dunque nel rione centro, che peraltro ha visto un importante intervento di restyling nelle sue zone più importanti, anche se qualche altro problema si registra nella zona intorno al Duomo con rattoppi di asfalto dovuti alle varie forature del manto stradale nel corso degli anni. Il Comune ha anche provveduto ad assicurarsi che i fastidiosi rattoppi, spesso causa principale del dissesto dei marciapiedi, siano più rari possibile elaborando un regolamento per limitarne la presenza e stabilendo sanzioni per chi non lo rispetta. Con risultati evidentemente scarsi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox