10 Marzo 2011

MODICA: BOLLETTE CANONE IDRICO, INTERVIENE IL CODACONS.

Roma, 10 marzo 2011 – Avendo seguito la vicenda "bollette canone idrico" a Modica, considerate illegittime da molti cittadini, interveniamo evidenziando che il problema è realmente gravoso, non puo’ essere sottovalutato, ne´ dall’ Amministrazione comunale, ne´ dalle associazioni che tutelano i cittadini. Molti cittadini sono stati raggiunti da inviti di pagamento poco "trasparenti", contenendo letture poco probabili o con consumi pari a zero, e quindi calcolati su base forfettaria, per cui illegittime. Lo dice il C.i.p.e tramite l’ art. 1.3 delibera n. 52 del 4 aprile 2001, nonche’ la giurisprudenza (Cass. 382/05).Un proprietario o usufruttuario di una casa disabitata non puo’ pagare dei consumi mai effettuati! Altre inesattezze sono state riscontrate nelle bollette "modicane", per cui invitiamo i cittadini a recarsi innanzitutto presso gli sportelli dell’ ufficio idrico del Comune di Modica, che a nostro avviso sono sottodimensionati visto i disagi che stanno subendo i cittadini,reclamando il ricalcolo immediato e, ove non trovassero riscontri alle problematiche, potranno rivolgersi alla Codacons inviando una mail a: info@codaconsicilia.Itragusa@codaconsicilia.It La sospensione delle bollette sarebbe la cosa auspicabile, al fine di consentire una serena e corretta rimodulazione dei pagamenti legittimi solo se correttamente applicati.
 
 
 

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox