15 Maggio 2007

MOBBING: UNIVERSITA` CONDANNATA, 200MILA EURO A RICERCATORE

MOBBING: UNIVERSITA` CONDANNATA, 200MILA EURO A RICERCATORE

(ANSA) – ROMA, 15 MAG – Un giovane ricercatore dell`

Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, Giulio Bigotti,

dovrà essere risarcito con 200mila euro per essere stato

`mobizzato` sul posto di lavoro impedendogli ogni possibilità

di sviluppo della carriera universitaria.

Lo ha reso noto il Codacons, i cui avvocati hanno sostenuto

in giudizio il giovane ricercatore romano che “aveva ingaggiato

– si legge in un documento dell`associazione – una dura

battaglia a tutela dei malati, denunciando decine di errori

diagnostici nelle analisi istologiche sui tumori. E

l`università, anziché premiarlo per il suo coraggio, lo punì

relegandolo in sala autopsie come un monatto e negandogli ogni

possibilità di ricerca e sviluppo di carriera“.

I giudici, nella loro sentenza, dopo avere esaminato le

deposizioni raccolte nella fase istruttoria del processo, hanno

preso atto “che Bigotti è stato vittima di una sorta di

mobbing e di una illegittima emarginazione sul posto di lavoro.

Ciò detto, non sembra dubitabile che l`operato degli organi

accademici abbia cagionato danni ingiusti alla controparte“. La

corte d`appello, esprime inoltre il convincimento che

“l`emarginazione professionale di Bigotti si sia tradotta sotto

il profilo causale in una scarsa produzione scientifica e in una

riduzione dell`attività di ricerca che è poi sfociata nella

bocciatura al concorso nazionale per professore

associato“.(ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox