28 Ottobre 2013

Miss Italia: terza la cagliaritana Federica Ciocci

Miss Italia: terza la cagliaritana Federica Ciocci

JESOLO. È la diciannovenne Giulia Arena, di Messina, Miss Italia 2013. Alta 1,70, ha capelli castano chiaro ed occhi verdi. È la prima miss Italia incoronata in diretta tv su La 7. Nella volata finale a due ha battuto Fabiola Speziale, siciliana come lei. Terza la cagliaritana Federica Ciocci. La nuova Miss Italia si è diplomata quest’ anno al liceo scientifico ed ha deciso di trasferirsi a Milano per iscriversi alla facoltà di Giurisprudenza internazionale alla Cattolica, scelta dettata anche dalla passione per la lingua inglese. Figlia di un finanziere e madre casalinga, Giulia ha un fratello, Francesco. Ama gli animali: a casa hanno due cani, due pappagalli, due scoiattoli, un coniglio e diversi acquari. Ha un tatuaggio all’ altezza del cuore che recita parte del ventiseiesimo canto dell’ Inferno: “Fatti non foste a viver come bruti…”. La prima dichiarazione appena eletta è stata “questo è solo l’ inizio…”. Federica Ciocci, di ventuno anni, di Cagliari, madre di un bambino, una bionda alta 176 centimetri è arrivata dove mai non si aspettava, come ha dichiarato, sul podio delle tre più belle d’ Italia. Casualmente tre ragazze isolane, Federica ha combattuto fino all’ ultimo con le due siciliane: Fabiola Speziale, 18 anni, di Ribera (Agrigento), e Giulia Arena, di 19 anni, di Messina, che ha poi conquistato la corona di più bella. Dopo tante polemiche sullo scarso femminismo della kermesse successo per l’ iniziativa antistalker. Sono già “centinaia le segnalazioni e le denunce” di donne allo sportello antistalking che il concorso di Miss Italia e il Codacons hanno attivato da qualche tempo. Lo ha riferito Carlo Rienzi, presidente dell’ associazione di tutela dei consumatori ed utenti, intervenendo al Pala Arrex di Jesolo durante la finalissima di Miss Italia. C’ è il progetto “talking-stalking”, iniziativa attivata – era stato ricordato anche ieri in conferenza stampa da Patrizia Mirigliani – “per stare vicino alle donne perseguitate dalla follia degli uomini”. E Rienzi si era detto soddisfatto per la collaborazione con Miss Italia che, con la sua immagine, difende le donne vittime di abusi e, troppo spesso, lasciate da sole. Fondamentale è la comunicazione, ha aggiunto questa sera lo stesso Rienzi, e se arrivano centinaia di segnalazioni “è perchè il problema esiste, il nostro staff di psicologi ha aiutato queste donne a denunciare le violenze subite. Miss Italia è importante, le donne stanno vivendo un momento terribile, ogni giorno ci sono omicidi. E il presidente della Camera sia sempre più ferma nel condannare questi atti”. Polemiche anche per lo show di Alessandro Siani “In Parlamento si fanno leggi per salvare le banche e non per salvare le vite…”. Lo ha detto il comico nel corso del suo monologo, salutato con più applausi dal pubblico del Pala Arrex . L’ attore napoletano ha detto anche che “bisogna togliere i finanziamenti ai partiti, togliere le tasse alle imprese che sono invece frenate, cambiare la legge elettorale”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox