15 Maggio 2013

Mirigliani attacca la Rai, Leone ribatte: «La bellezza è altro»

Mirigliani attacca la Rai, Leone ribatte: «La bellezza è altro»

 

Patrizia Mirigliani non ci sta a farsi sbattere la porta in faccia, dopo il mancato inserimento nella bozza dei palinsesti autunnali di Rai1 del concorso Miss Italia. Ricorda che «che questo concorso ha aperto in 70 anni le porte del cinema e della tv a migliaia di ragazze, attraverso una strada tutelata e pulita. Rai1 ha comunicato ufficialmente la rinuncia a Miss Italia solo all’ inizio di maggio, creando al concorso gravissimo disagio. Di cosa ha paura? Che le donne belle siano indipendenti? Da professionista e da donna, confesso che mi sarei aspettata almeno una telefonata», ha aggiunto l’ organizzatrice del concorso, rilanciando il suo invito al direttore Giancarlo Leone a un incontro chiarificatore. A difesa della kermesse che incorona la più bella d’ Italia si schiera anche la senatrice del Pd Silvana Amati che ha annunciato un’ interrogazione parlamentare al ministro dello Sviluppo Zanonato, ricordando l’ importanza storica del concorso e le campagne sociali che ha condotto. Leone però, in una mail al presidente del Codacons, Carlo Rienzi, ha spiegato come Miss Italia «non sia coerente con i progetti di rete», e oltretutto «costituisce per Rai un costo importante e soltanto limitatamente coperto da ricavi commerciali». Ma il direttore di Rai1 è anche intervenuto su Twitter scrivendo: «Tv. La vera bellezza è dentro le donne. Abbiamo già raccontato troppo quello che c’ è fuori. È tempo di cambiare». Quasi un epitaffio.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this