18 Marzo 2010

Ministero salute: limiti agli occhiali 3d Protestano esercenti, Codacons dal Tar

O cchialini per la visione in 3D nei cinema solo monouso e uso sconsigliato ai bambini sotto i 6 anni: è quanto è indicato nella circolare che il ministro della Salute Ferruccio Fazio ha firmato ieri riferendo il parere del Consiglio Superiore di Sanità. Questo, dato il rischio di un aumento di trasmissione di infezioni batteriche e virali, ha indicato di garantire la fornitura di occhiali monouso. Il Consiglio ha rilevato che in soggetti in tenera età questi occhiali possono portare qualche disturbo. Ma, mentre la Società Oftalmologica Italiana interviene specificando che gli occhialini 3D «non provocano alcun danno all’apparato visivo», arriva la protesta degli esercenti cinema. L’Anec e l’Anem esprimono «fortissima preoccupazione» e parlano di «ingiustificato allarmismo e non corretta informazione».
D’altronde sono oltre 14 milioni in Italia gli spettatori che hanno visto film in 3D. Il Codacons però ritiene «insufficienti» le misure del ministero e annuncia che farà ricorso al Tar del Lazio preparando una class action per chiedere «misure più efficaci a tiutela della salute dello spettatore»

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox