12 Aprile 2010

MINICAR: ROMA CAPITALE INCIDENTI, 2 MORTI IN 48 ORE/ANSA

NEL 2008 IN ITALIA 682 SINISTRI; ALLARME VETTURE TRUCCATE

(ANSA) – ROMA, 12 APR – Due incidenti a bordo di minicar sono
costati la vita a due minorenni in sole 48 ore a Roma. Ieri è
morto Jacopo Fanfani di 17 anni, oggi Federica Lupi di 15 che
mentre stava andando a scuola si è scontrata frontalmente con
un pullman nel quartiere residenziale dell’Olgiata. Un bilancio
altissimo per un fenomeno in aumento nella Capitale soprattutto
tra i giovanissimi: avere la minicar è ormai uno status symbol
e fa felici pure mamma è papà perché se la cilindrata è
quella di un motorino, la forma è quella di un’auto, seppure
più piccola.
   Solo a Roma ne circolano quasi 5.000, un numero di gran lunga
superiore a quello delle altre città italiane: dal 2006 ad
oggi, in Italia, ne sono state immatricolate 26.417 (fonte
Motorizzazione civile). Di conseguenza, anche gli incidenti che
le coinvolgono sono più numerosi che nelle altre città: nel
2008 le minicar sono state coinvolte nella Capitale in 133
incidenti a fronte dei 34 di Milano e dei 20 di Napoli, per un
totale di 682 incidenti in Italia (fonte Aci). Una delle
principali cause degli incidenti è la velocità: infatti molte
sono "truccate". Le minicar pesano meno di 350 chili e hanno
una velocità massima di 45 km all’ora, ma basta qualche piccola
modifica per permettergli di raggiungere i 60 km e, lavorando di
più, i 90 o 100. Dei proiettili sparati nel traffico cittadino
e guidati da chi spesso non ha l’esperienza necessaria. Per
guidarle basta infatti aver compiuto 14 anni e aver conseguito
il Certificato di idoneità alla guida dei Ciclomotori. Ma le
minicar sono anche l’escamotage per tornare a guidare scelto da
chi non ha più la patente perché revocata e magari rappresenta
un pericolo al volante.
   Il sindaco di Roma Gianni Alemanno, padre di "un quindicenne
guidatore di minicar", ha annunciato che farà elaborare un
piano di controlli e di interventi per evitare che questi
veicoli "inventati per sottrarre i ragazzi ai pericoli dei
motorini, si trasformino a loro volta in strumenti di rischio.
Dobbiamo evitare il diffondersi di minicar truccate che si
muovono a velocità incompatibili con la loro carenatura e i
loro freni, e garantire l’assoluto rispetto delle regole
evitando che oltre il guidatore ci siano passeggeri a bordo.
Infine, dobbiamo rilanciare i programmi di educazione stradale
nelle scuole con la consapevolezza che la velocità non può
essere una forma di divertimento sulle strade della città".
   E per venerdì in Campidoglio è stato convocato un tavolo
per garantire in tempi rapidi controlli sulle minicar. 
Il Codacons ha preparato una denuncia che verrà depositata in
Procura in cui si chiede di effettuare controlli sulle minicar e
procedere penalmente contro le officine e i meccanici che
modificano questo tipo di veicoli e gli scooter, aumentandone la
velocità.
   Intanto per tutta la giornata di oggi sotto casa di Federica
Lupi c’é stato il viavai dei suoi amici. Quasi tutti a bordo di
minicar. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox