20 Gennaio 2010

MILANO: CODACONS, DIVIETO VENDITA PITBULL E PATENTINO PER CANI PERICOLOSI

CONSUMATORI DOPO AGGRESSIONE A BIMBA 5 ANNI, UN FALLIMENTO ORDINANZA MARTINI

Patentino obbligatorio per chi detiene cani cosiddetti ‘pericolosi’ e divieto di

vendita e allevamento per i pitbull. E’ quanto chiede il Codacons, a

poche ore dall’aggressione ai danni di una bambina di 5 anni a Paderno

Dugnano, in provincia di Milano. "Considerate le precedenti

aggressioni di questi cani, e’ un miracolo che la bambina non sia in

pericolo di vita", scrive in una nota il presidente dell’associazione

Marco Maria Donzelli.

 

      "Questa ennesima aggressione da parte dei pitbull – accusa il

Codacons attraverso il suo presidente – e’ la dimostrazione del totale

fallimento della nuova ordinanza del sottosegretario alla Salute

Francesca Martini, che ha la responsabilita’ di aver cancellato senza

giustificazione alcuna la lista delle 17 razze ritenute potenzialmente

piu’ pericolose, tra le quali appunto il pitbull, eliminando

conseguentemente tutti i rimedi collegati a questa lista: dall’obbligo

per i padroni di questi cani di condurli sia con il guinzaglio che con

la museruola, a quello di stipulare una polizza di assicurazione di

responsabilita’ civile per danni contro terzi".

 

      La nuova ordinanza della Martini e’ stata impugnata dal Codacons

al Tar, e si e’ in attesa della discussione nel merito. L’Associazione

chiede "non solo il ripristino delle 17 razze, ma anche l’obbligo del

patentino per i proprietari di questi cani". Attualmente, infatti, "e’

obbligatorio solo ex post – ricorda il Codacons – ossia dopo che il

cane ha gia’ dimostrato al veterinario di essere aggressivo e

pericoloso, ossia dopo che ha morsicato e ridotto in fin di vita

qualcuno". Per i pitbull, pero’, l’associazione chiede misure

aggiuntive, vietando per il futuro la libera vendita. "Sono cani

potenzialmente troppo pericolosi – scrive infatti Donzelli – per poter

essere venduti a chiunque ne faccia richiesta, come se si trattasse di

un cocker. Per questo chiediamo l’obbligo del patentino per chi ha

gia’ questi cani e che, per il futuro, non siano piu’ allevati e

venduti liberamente".

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox