15 Novembre 2018

Milano, brusca frenata della Metro. La causa l’incursione di un intruso, tredici persone in ospedale

 

È stata l’incursione di una giovane in galleria, lontano dalla stazione di Uruguay, a causare indirettamente la brusca frenata che questa mattina, a Milano, ha provocato 14 feriti. E’ accaduto intorno alle 8. Secondo quanto precisato da Atm, infatti, a scopo precauzionale è stata tolta corrente alla Linea 1, e quando dopo 10 minuti l’uomo è stato bloccato è stata ridata tensione. Il sistema automatico del convoglio alla stazione di Bonola nel ripartire ha rilevato una anomalia elettrica e ha fatto scattare una frenata d’emergenza. Poco fa la circolazione è ripresa. Gli accertamenti sono in corso da parte della Polizia di Stato. I feriti Sono tredici le persone che questa mattina sono state trasportate in ospedale a seguito della brusca frenata di un treno della metropolitana della linea 1 a Milano, nella stazione di Uruguay. Ne dà notizia l’Agenzia Regionale Emergenza urgenza, spiegando che sono state “valutate 14 persone di cui 2 bambini” di 8 e 10 anni. Delle 13 persone in ospedale, una sola era in codice giallo per un trauma alla schiena, ed è stata inviata al Sacco, gli altri erano in codice verde. La prima ricostruzione Intorno alle 8 una ragazza sarebbe entrata a piedi in galleria; le procedure di sicurezza, rilevando la presenza non autorizzata, hanno imposto di togliere la tensione elettrica su tutta la linea rossa per un breve periodo di tempo. Una volta ripresa la circolazione, dopo qualche minuto, il sistema di sicurezza di un treno proveniente da Bonola ha rilevato un’anomalia dovuta al calo di tensione che ha mandato il treno stesso in frenata automatica. Si è trattato però di un brusco stop che ha provocato la caduta di alcuni passeggeri sul convoglio. Stando a quanto comunicato dalla stessa Atm la giovane si sarebbe introdotta in galleria alla fermata Loreto alle 7,47 con presunte intenzioni suicide. L’intera linea è stata pertanto disalimentata per 10 minuti, fino a quando la persona e’ stata individuata e fermata dalla security Atm. L’Azienda, in un comunicato, si scusa per il disagio di questa mattina, ed “è al lavoro per accertare le cause correlate all’innesco della frenatura”. Il Codacons: feriti hanno diritto ad un risarcimento “Tutti coloro che erano sul treno teatro della vicenda e che hanno subito danni anche di piccola entità, come lividi, graffi o contusioni, possono agire per ottenere il giusto risarcimento”: lo afferma il Codacons che si dice pronto ad offrire assistenza legale ai pendolari. “In tal senso invitiamo Atm ad aprire un tavolo con le associazioni dei consumatori per giungere ad indennizzi automatici in favore dei passeggeri coinvolti, e a riconoscere una estensione gratuita della durata degli abbonamenti come forma di risarcimento della collettività per i ritardi sull’intera linea seguiti all’incidente odierno”. Ripresa la circolazione Intorno alle 11.30 la circolazione è ripresa regolarmente. Secondo quanto riferito dalla Polizia Locale l’incidente aveva provocato una interruzione della circolazione, limitato ad alcune fermate della Linea 1, per poco meno di un’ora, ed erano state chiuse alcune strade adiacenti all’uscita della fermata di Uruguay per agevolare i soccorsi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox