1 Agosto 2017

MIGRANTI: NO DI MEDICI SENZA FRONTIERE A POLIZIA SULLE NAVI

     

    CODACONS: MINISTERO DELL’INTERNO REVOCHI A MSF PERMESSO DI SVOLGERE ATTIVITA’ IN MARE

     

    Contro Medici Senza Frontiere si abbatte oggi la scure del Codacons, che ha deciso di presentare una diffida al Ministero dell’Interno affinché revochi alla Ong il permesso di svolgere attività di salvataggio in mare.
    “Il rifiuto di Msf di firmare il Codice di condotta per le Ong impegnate nelle operazioni di salvataggio dei migranti in mare è un atto gravissimo, una forma di ribellione a regole sacrosante e necessarie per mettere ordine al settore – spiega il presidente Carlo Rienzi – Medici Senza Frontiere non può arrogarsi il diritto di decidere in totale autonomia le regole, né può sottrarsi alle decisioni dello Stato. Per tale motivo e di fronte ad un comportamento che riteniamo inaccettabile, abbiamo deciso di diffidare il Ministero dell’Interno affinché revochi con effetto immediato a Msf il permesso di svolgere attività di salvataggio in mare” – conclude Rienzi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox