19 Agosto 2013

MIGLIAIA DI ADESIONI ALL’AZIONE COLLETTIVA RISARCITORIA CONTRO LA FARNESINA PROMOSSA DAL CODACONS

MIGLIAIA DI ADESIONI ALL’AZIONE COLLETTIVA RISARCITORIA CONTRO LA FARNESINA PROMOSSA DAL CODACONS
LE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI ALLEATE DEGLI OPERATORI TURISTICI SCENDONO IN CAMPO CONTRO I VIAGGIATORI TORNATI DALL’EGITTO

FEDERCONSUMATORI, UN’ASSOCIAZIONE EMANAZIONE DELLA CGIL E SOCIA DELL’ASSOCIAZIONE DEGLI OPERATORI TURISTICI ASTOI, IGNORA LA LEGGE E LE AZIONI DI RISARCIMENTO DEI DANNI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Tornata dalle ferie di Ferragosto in cui è stata al mare e a bocca chiusa mentre l’Egitto andava a fuoco e i turisti italiani erano maltrattati dalle agenzie e dai tour operator, l’associazione Federconsumatori, che a causa della sua alleanza esplicita con Astoi, associazione degli operatori turistici, non manca mai di intervenire in difesa di costoro e contro i diritti dei viaggiatori, ha perso un’altra occasione per tacere e si è spinta a giudicare l’azione collettiva in corso organizzata dal CODACONS contro la Farnesina per i ritardi e le omissioni nel bloccare i viaggi in Egitto.
In un comunicato stampa “ignorante” delle leggi italiane, sostiene che l’azione del CODACONS per il risarcimento dei danni contro il Ministero degli Esteri, non potrebbe portare ad alcun risarcimento del danno.
A loro il CODACONS, poco favorevole a fare lezioni di diritto, ha inviato oggi in una cornice di bronzo il testo dell’art. 30 del nuovo Codice del Processo amministrativo per aggiornarli rispetto alla legge Brunetta del 2009 a cui loro, evidentemente, sono fermi.
Ecco il testo dell’art. 30 citato:

Art. 30
Azione di condanna

2. Può essere chiesta la condanna al risarcimento del danno ingiusto derivante dall’illegittimo esercizio dell’attività amministrativa o dal mancato esercizio di quella obbligatoria. Nei casi di giurisdizione esclusiva può altresì essere chiesto il risarcimento del danno da lesione di diritti soggettivi. Sussistendo i presupposti previsti dall’articolo 2058 del codice civile, può essere chiesto il risarcimento del danno in forma specifica.

Dunque – conclude il CODACONS – se Federconsumatori non conosce le leggi, può ben indirizzare a noi i danneggiati dell’Egitto e il CODACONS, come ha fatto in tanti altri casi di azioni risarcitorie (acqua all’arsenico, windjet, ecc) non mancherà di assisterli.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this