17 Gennaio 2002

«Mi è stato negato un finanziamento»

«Mi è stato negato un finanziamento»
«Prima avrà pagato qualche rata in ritardo»

Tempo fa ho fatto un finanziamento per l`acquisto di una vettura, saldato regolarmente ad ogni rata. Successivamente, volendo comprare un condizionatore, ho chiesto di poter accedere ad un finanziamento con un`altra compagnia (diversa da quella che mi aveva finanziato l`auto) ma la richiesta mi è stata respinta. Ho poi provato, in altra occasione, a richiedere il finanziamento alla stessa compagnia, ma mi è stato ancora negato. Questa situazione mi è diventata molto pesante. Cosa devo fare per sapere a cosa è dovuta?
Giovanni M.

Risponde la dottoressa Luisa Carpentieri, dell`Ufficio legale del Codacons).

«La sua situazione non è purtroppo isolata. Probabilmente lei avrà pagato una o due rate dell`auto con ritardo (anche di uno o due giorni) e la Società che le ha erogato il finanziamento avrà segnalato questo ritardo presso il Consorzio di tutela del credito (CTC, che gestisce la banca dati in cui vengono immagazzinati i dati dei cosiddetti “cattivi pagatori“). Tutte le Finanziarie che erogano credito al consumo, prima di concedere il finanziamento si collegano a questa banca dati e la interrogano immettendo le generalità del richiedente. Se vi è una segnalazione a suo carico, il finanziamento non viene erogato. Probabilmente è quello che è successo. In questo caso, l`unica cosa che può fare è scrivere al CTC (Viale Tunisia n. 50 – 20124 Milano) per sapere chi ha fatto la segnalazione a suo carico e perché: in base alla legge sulla privacy è un suo diritto saperlo. A questo punto, dovrà scrivere alla Finanziaria che l`ha segnalata e chiedere la cancellazione immediata del suo nome dalla banca dati. Se effettivamente la segnalazione si riferisce a fatti di lieve entità (e solo in questo caso), tipo appunto il ritardo di qualche giorno nel pagamento di una-due rate, il suo è un diritto che non potrà esserle in nessun modo negato, neanche col silenzio. Se la Società non dovesse rispondere o dovesse negarle la cancellazione, e dovessero ricorrere i presupposti che le ho esposto, lei potrebbe andare in giudizio e chiedere al giudice che sia lui ad ordinare la cancellazione dei suoi dati dall`archivio del CTC, con contestuale risarcimento dei danni da lei subiti per il mancato accesso al credito al consumo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox