22 Marzo 2019

METRO BARBERINI: PRESENTATO ESPOSTO CODACONS A PROCURA SU CHIUSURA STAZIONE

     

    ORA ATAC RIMBORSI I POSSESSORI DI ABBONAMENTI. DANNO ECONOMICO PER LAVORATORI E RESIDENTI DELLA ZONA

    MAGISTRATURA DEVE INDAGARE PER ATTENTATO ALLA SICUREZZA DEI TRASPORTI, OMESSO CONTROLLO E INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO

    E’ stato inviato alla Procura di Roma l’annunciato esposto del Codacons per il caso della stazione Barberini della metro A, chiusa ieri a seguito della rottura di un gradino della scala mobile. Una vicenda già al vaglio della magistratura, ma che per l’associazione potrebbe avere conseguenze anche sul piano civilistico, considerato il danno subito dagli abbonati Metrebus e da chi lavora o abita nella zona di Barberini.
    Si legge nell’esposto del Codacons:
    “quello che si è verificato alla stazione della metro Barberini è l’ennesimo e gravissimo disservizio per il trasporto pubblico romano e l’ulteriore conferma della cattiva e inappropriata gestione del servizio e dell’incapacità di garantire la regolarità del trasporto. È impensabile e surreale che una capitale mondiale come Roma, una grande metropoli, possa essere paralizzata nel servizio di trasporto metropolitano che ogni giorno, e parliamo solo della linea A, è utilizzata da centinaia di migliaia di utenti. La conseguenza è stata una vera e propria odissea vissuta da tutti i cittadini romani e non, inevitabili disagi e danni per tutti gli utenti, con rischi per la loro incolumità, ma anche danni in ordine di tempo e di costi per gli stessi, come l’ impossibilità di poter raggiungere i posti di lavoro, sia privati che pubblici, oltre alla paura, allo stress e ai disagi che ne sono conseguiti, ed un evidente danno economico per coloro che acquistano abbonamenti mensili e annuali, i quali si vedono privati del servizio regolarmente pagato”.
    Il Codacons ha dunque chiesto alla Procura di “accertare se possano configurarsi a carico di Roma Capitale, di ATAC S.p.a, e di tutti coloro che, soggetti pubblici e/o privati e/o istituzionali, saranno ritenuti responsabili, diverse fattispecie penalmente rilevanti quali pericolo per la sicurezza e l’incolumità’ pubblica, omesso controllo e vigilanza, Attentato alla sicurezza dei trasporti, Interruzione di pubblico servizio”.
    “Atac deve ora prevedere rimborsi in favore degli abbonati Metrebus che vivono o lavorano nelle zone delle stazioni Repubblica e Barberini, in relazione all’evidente danno subito in termini di disagi e perdite di tempo a fronte del regolare pagamento degli abbonamenti – spiega il presidente Carlo Rienzi – Se non lo farà, il Codacons preparerà le carte per una class action contro l’azienda per conto di tutti i soggetti interessati”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox