12 Dicembre 2013

Metro B in tilt, bloccata la Roma-Lido “Avanti così e impugneremo i forconi”

Metro B in tilt, bloccata la Roma-Lido “Avanti così e impugneremo i forconi”

UNA giornata di ordinaria passione per il traffico romano. L’ ennesima. Guasti alle linee B e B1 della metropolitana e blocchi sulla Roma-Lido hanno fiaccato il trasporto pubblico, mentre targhe alterne, assemblee dei vigili (in stato di agitazione sotterranea ormai da settimane) hanno creato il caos tra gli automobilisti. A cucinare il tutto, infine, manifestazioni realizzate o annunciate (si temevano blitz dei cosiddetti Forconi) che hanno di fatto causato la blindatura della Capitale – del centro in particolare – e mandato al collasso le strade più trafficate. E mentre già si allunga la minaccia di un nuovo sciopero del trasporto pubblico, indetto dai sindacati per lunedì, il Codacons invita il Campidoglio a risarcire i romani dei continui disagi subiti “regalandogli” per Natale mezzi gratis a disposizione. I primi disagi si sono verificati già di buon mattino. Un gruppo di lavoratori addetti alle pulizie della società Platform hanno occupato verso le 8 i binari della linea Roma-Lido all’ altezza della stazione Garbatella. I lavoratori lamentano ritardi nel pagamento dello stipendio da mesi. «Lavoriamo senza materiale e quello che abbiamo non è neanche a norma», aggiunge Cinzia Pinna, rappresentante sindacale Cisl. A causa del blocco, circa 500 passeggeri hanno atteso il loro treno per diversi minuti, denunciando in seguito la scarsa tempestività delle comunicazioni. Subito dopo, intorno alle nove, è toccato alla metropolitana:un inconveniente tecnico (un blackout elettrico nel cantiere della stazione Jonio che avrebbe provocato un salto di tensione) ha messo fuori uso parte della linea B e tutta la B1. Il servizio sulla B è rimasto così attivo solo tra Castro Pretorio-Laurentina e Monti Tiburtina-Rebibbia, mentre tra le stazioni Bologna e Conca d’ Oro sono state attivate alcune navette sostitutive. Il servizio sulla B1 è ripreso appieno solo poco prima dell’ una, quando ormai la mattinata era andata, e intanto gli utenti del trasporto pubblico hanno sfogato su Twitter la loro frustrazione per la giornata maledetta. «Anche oggi sono arrivata a lavoro con più di un’ ora di ritardo ma viva. Posso avere una medaglia al valore?», scrive una donna, firmando con l’ hashtag “reduci metroB”. Mentre altre parole chiave utilizzate sul social network in relazione alla linea B sono l’ ironica formula “Una gioia ogni giorno”, oppure “storie di ordinaria follia”. «Ormai si tratta di un regolare caos», ha detto in una nota Gemma Azuni, consigliere comunaledi Sel. «È questo il biglietto da visita di Roma? Chiedo un intervento urgente da parte dell’ amministrazione, ne va del prestigio della nostra città», aggiunge. Polemiche verso il sindaco Ignazio Marino le associazioni dei consumatori. Per l’ Aduc «Marino aveva dichiarato che i guasti sulla linea B erano stati risolti, che si trattava di una guarnizione usurata. Oggi è stato smentito, non vorremmo che anche il popolo degli utenti debba prendere i forconi». Carlo Rienzi, presidente del Codacons invita il sindaco «a dare un segnale forte: indennizzi i romani dei continui disagi regalando loro mezzi pubblici gratuiti a ridosso delle festività natalizie». Ma il dicembre complicato per il trasporto pubblico conoscerà una nuova giornata da bollino rosso già nella mattinata di lunedì prossimo, quando Cgil, Cisl e Uil hanno indetto uno sciopero su metro, bus e tram. La protesta riguarderà anche le linee periferiche gestite da Roma Tpl e le ferrovie Roma-Lido, Roma-Viterbo e Termini-Giardinetti.© RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox