12 Gennaio 2008

Mesi di attesa per i vaccini a Velletri

Colpito un diciottenne, il cugino del bimbo morto a Priverno
Frosinone, è ancora meningite?
Mesi di attesa per i vaccini a Velletri

Nel pomeriggio di giovedì un ragazzo di circa 18 anni è stato trasportato d`urgenza al pronto soccorso di Frosinone: il giovane aveva febbre altissima che non scendeva con l`utilizzo di antipiretici. Pare che questo sia il cugino del bimbo di 4 anni morto ieri a Priverno, in provincia di Latina: ecco perchè è stato ricoverato nel reparto malattie infettive dell`ospedale Umberto Primo nel capoluogo Ciociaro, dove i medici hanno adottato tutte le procedure previste dal protocollo nel caso di sospetta meningite. Il capogruppo capitolino dell`Udc, Dino Gasperini, ha dichiarato di aver rinnovato “la richiesta di attivazione immediata di tutti gli strumenti di prevenzione. Spero che non si verifichino casi di meningite a Roma, ma vista la situazione in alcune province del Lazio ho appena rinnovato la richiesta di convocazione della commissione Politiche sanitarie del Comune, di cui sono membro con la presenza del sindaco di Roma e dell`assessore alla Sanità della regione Lazio, per verificare la predisposizione da parte dell`amministrazione comunale e regionale di tutti gli strumenti di prevenzione possibili a Roma, e per verificare che in caso di contagio la risposta delle istituzioni sia immediata ed efficace“. Gasperini ha concluso dicendo di volersi muovere “con celerità nel predisporre tutti gli accorgimenti. Inaccettabile leggere che per vaccini si debba andare a Frosinone: spero che non servano mai, ma non possiamo e non dobbiamo affidarci solo alla speranza,dobbiamo mettere in pista tutte le risposte già da subito. Vogliamo la certezza che tutto sia pronto e per questo ho chiesto un tavolo istituzionale immediato“. Il Codacons ha emesso un comunicato in merito: “Abbiamo ricevuto in questi giorni diverse segnalazioni da parte di mamme e nonne preoccupate per l`allarme meningite, che intendevano vaccinare i propri figli e nipoti, al fine di escludere eventuali contagi. Come spesso avviene in questi casi – prosegue la nota – si scopre che i tempi di attesa della sanità pubblica possono essere estremamente lunghi. Un gruppo di mamme della zona di Velletri e Lariano, comuni in prossimità di Roma, hanno denunciato al Codacons come presso la Asl territorialmente competente, per vaccinare un bambino contro la meningite, occorra aspettare almeno 4 mesi“. Il vicepresidente Codacons, Pignoloni, sostiene che “il tempo di attesa è decisamente eccessivo, soprattutto se si considera lo stato di preoccupazione delle mamme, spaventate per i troppi casi di meningite, e la necessità di garantire la salute dei minori. Per questo motivo abbiamo deciso di diffidare l`assessore regionale alla sanità e il Ministero della Salute, affinché avviino le doverose indagini e adottino le misure necessarie per accorciare i tempi di attesa nelle Asl della provincia di Roma“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox