31 Gennaio 2015

Mercato immobiliare, dal 2007 al 2013 erogazione mutui crollata del 72%

Mercato immobiliare, dal 2007 al 2013 erogazione mutui crollata del 72%

 (Sesto Potere) – Roma – 31 gennaio 2015 – Nel III trimestre del 2014 il mercato immobiliare riprende a crescere, segnando un +3,7% sul III trim 2013 dopo la battuta d’ arresto del II trimestre. Nei primi nove mesi dell’ anno, la crescita è dello 0,4% rispetto allo stesso periodo del 2013 (425.975 le convenzioni rogate). Rispetto al III trimestre del 2013, segnali di miglioramento si registrano sia nel comparto immobiliare ad uso abitazione ed accessori (+3,7%), sia nel comparto economico (+4,8%). casa in vendita Nel III trimestre del 2014 il 93,4% delle convenzioni (124.510) riguarda immobili ad uso abitazione ed accessori, il 6,0% unità immobiliari ad uso economico (7.971) e lo 0,6% compravendite di immobili ad uso speciale e multiproprietà (784). Tutte le ripartizioni geografiche mostrano segnali di recupero nel comparto dell’ abitativo, con valori sopra la media nazionale al Centro (+5,2%), al Nord-Est (+4,5%) e nelle Isole (+3,9%). Le convenzioni notarili per compravendite immobiliari ad uso economico fanno registrare aumenti significativi nelle Isole (+17,7%) e al Centro (+16,6%), mentre al Nord-Ovest (+1,4%) e al Nord-Est (-3,6%) risultano inferiori alla media nazionale. Nel III trimestre del 2014 gli Archivi Notarili con sede nelle città metropolitane sono i principali beneficiari dei segnali positivi provenienti dal mercato delle compravendite immobiliari, con aumenti del 4,8% nel comparto abitativo (+2,8% negli Archivi con sede in altre città) e del 14,7% nel comparto economico (-0,9% nelle altre città). Nel III trimestre 2014 i mutui, i finanziamenti e le altre obbligazioni con costituzione di ipoteca (66.350) registrano un forte aumento (+13,9%, per un totale di 66.350 mutui). Nei primi nove mesi dell’ anno, la crescita è pari al 7,8%. per un totale di 201.079 convenzioni rogate. Importanti segnali di recupero sul III trimestre del 2013 si osservano in tutte le ripartizioni geografiche, in particolare al Sud (+22,6%) e nelle Isole (+21,8%). La crescita dei mutui e degli altri finanziamenti con costituzione di ipoteca immobiliare osservata negli Archivi dei grandi centri (+16,1% sul III trim 2013) è stata maggiore di quella registrata nei centri più piccoli (+12,4%). Il Codacons, commentando i dati dell’ Istat sulle compravendite immobiliari, afferma che: “Il mercato immobiliare si muove perché finalmente le banche hanno deciso di ritornare ad erogare mutui alle famiglie. L’ incremento del 13,9% per mutui, finanziamenti e altre obbligazioni con ipoteca nel terzo trimestre del 2014 è un segnale positivo ma, se confrontato con i dati degli ultimi 6 anni, assolutamente insufficiente a consentire una decisa ripresa del settore”. “I numeri relativi alle erogazioni dei mutui negli ultimi anni non lasciano spazio alle interpretazioni: nel 2007 in Italia i mutui concessi per l’ acquisto di un’ abitazione ammontavano a 62,7 miliardi di euro, mentre nel 2013 le erogazioni sono state pari a 17,6 miliardi di euro, subendo un incredibile crollo del -72% in soli 6 anni”: spiega il Codacons. “I segnali provenienti dal mercato immobiliare sono incoraggianti, ma la ripresa è ancora lontana- spiega il presidente Carlo Rienzi – La strada per tornare ai livelli pre-crisi è ancora molto lunga e tortuosa, e c’ è ancora molto da fare per aumentare il credito alle famiglie e migliorare le condizioni in favore dei cittadini”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox