19 gennaio 2018

Meno partecipate e investimenti in deficit nel programma M5S

Investimenti produttivi in deficit, taglio agli sprechi, riorganizzazione delle agevolazioni e delle partecipate, pacchetto semplificazioni per le imprese, riforma Irpef per sgravare il ceto medio. E ancora Banca pubblica degli investimenti, separazione tra banche d’ affari e commerciali, rafforzamento degli organi di controllo. Nel faldone sul programma M5S che stamane alle 8 Luigi Di Maio, Beppe Grillo e Davide Casaleggio consegnano al Viminale insieme al simbolo c’ è la summa ufficiale della piattaforma di governo pentastellata, condivisa capitolo per capitolo nei mesi scorsi con gli iscritti. Grillo e Casaleggio sono arrivati a Roma ieri sera, accolti all’ Hotel Forum da Di Maio e dallo stato maggiore del Movimento. Un vertice sulle candidature e sulle posizioni nei listini, all’ indomani della chiusura delle parlamentarie con i loro strascichi velenosi (tra gli esclusi che minacciano ricorsi c’ è anche Carlo Rienzi del Codacons). I risultati saranno resi noti domenica alla kermesse Villaggio Rousseau , che si apre oggi a Pescara. A 24Mattino su Radio24 Di Maio ha reso noto che gli aspiranti parlamentari sono stati 10mila. E ha negato problemi: «Il sistema non è andato in tilt, abbiamo fatto una selezione ferrea. Non siamo una navicella per andare in Parlamento». Confermata la linea morbida sull’ Ue: «Possiamo non andare allo scontro». © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this