17 Novembre 2013

Meno merendine più dolci in casa: la spesa torna ai livelli degli Anni ’60

Meno merendine più dolci in casa: la spesa torna ai livelli degli Anni ’60

ROMA Meno merendine e bibite gassate e più dolci fatti in casa: gli italiani, secondo uno studio di Unioncamere – risparmiano sul cibo e hanno ridotto la spesa di due miliardi l’ anno. Nel 2013 la spesa alimentare dovrebbe tornare ai livelli degli anni Sessanta mentre nel 2014 è attesa una stabilizzazione dei consumi. L’ associazione si attende, dopo un periodo di bassa inflazione, una ripresa dei prezzi di circa mezzo punto nei prossimi 6-9 mesi a causa dell’ aumento dell’ Iva. Notizie confermate anche da un’ indagine del Codacons sul prossimo Natale. Che sarà di austerity, con una contrazione dei consumi del 7,5%. Riduzioni per abbigliamento (-11%), arredo per la casa (-10%), viaggi (-8,5%) e ristorazione (-8%). ROMA Secondo la Cgia di Mestre, le tredicesime del prossimo dicembre rimarranno sostanzialmente invariate rispetto all’ anno scorso. Un operaio specializzato con un reddito lordo annuo di poco superiore ai 21.000 euro (paria uno stipendio mensile di 1.255 euro) ricevera’ una tredicesima più «pesante» di appena un euro rispetto a quella dell’ anno scorso. Un impiegato con un reddito lordo annuo di oltre 25.600 euro (pari a una busta paga netta di 1.419 euro) avrà 2 euro in più nella tredicesima di quest’ anno. Infine, un capo ufficio con un reddito lordo annuo di quasi 50.000 euro (che corrisponde a uno stipendio mensile netto di 2.545 euro) non beneficerà di alcun aumento. «Nei primi nove mesi di quest’ anno – fa notare il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi – l’ inflazione e gli adeguamenti retributivi dei lavoratori dipendenti sono aumentati in uguale misura: se il costo della vita e’ cresciuto dell’ 1,3%, l’ indice di rivalutazione contrattuale Istat e’ salito dell’ 1,4%. Pertanto, rispetto allo stesso periodo del 2012, il potere d’ acquisto dei lavoratori è rimasto invariato». A quanto ammonterà il volume complessivo delle tredicesime che fra qualche settimana verranno erogate ai pensionati e ai lavoratori dipendenti? «Secondo una nostra stima -prosegue Bortolussi-l’ importo dovrebbe essere pari a37 miliardi. Questa somma garantirà alle casse dell’ Erario un gettito di oltre 9,5 miliardi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox