12 Luglio 2018

Melfi, sciopero anti-Cristiano «Vergognosi tutti quei soldi»

Melfi (Potenza) NON possono lasciare indifferenti, le cifre del passaggio di Ronaldo alla Juve. E c’ è chi, lavorando per Fca, vuole esprimere tutta la sua contrarietà alla maxi operazioni bianconera. L’ Usb ha proclamato così uno sciopero dalle 22 di domenica sera alle 6 di martedì a Melfi, storico centro produttivo di Fca e Cnh. «Di fronte a tanta iniquità non si può che scioperare – si legge in un volantino della Usb -. È inaccettabile che l’ azienda, mentre continua a chiedere ai lavoratori enormi sacrifici a livello economico, decida di spendere centinaia di milioni di euro per l’ acquisto di un calciatore. Ci viene detto che il momento è difficile e bisogna ricorrere agli ammortizzatori sociali in attesa dei nuovi modelli che non arrivano mai. E mentre gli operai e le famiglie stringono sempre più la cinghia, la proprietà decide di investire su un’ unica risorsa umana tantissimi soldi. CR7 in un anno guadagna come 1.640 nostri esuberi». In un altro stabilimento del colosso automobilistico, a Pomigliano d’ Arco, nel Napoletano, ieri è poi comparso uno striscione contro l’ acquisto di Ronaldo, affisso dagli esponenti dei Si Cobas e dai cinque ex operai della stessa fabbrica, il cui licenziamento è stato sentenziato dalla Cassazione nelle scorse settimane: «Un ingaggio così è immorale». Stesso pensiero del Codacons che parla di «un coRonaldo ntratto immorale e vergognoso per un paese civile». © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox