6 Maggio 2016

McDonald’s: consumatori, Italia indaghi su pratiche fiscali

McDonald’s: consumatori, Italia indaghi su pratiche fiscali

ROMA
(ANSA) – ROMA, 6 MAG – “L’Italia è ferma al palo. L’Unione Europea e vari paesi nel mondo stanno indagando sulle pratiche fiscali delle multinazionali e in particolare di McDonald’s mentre nel nostro Paese le autorità preposte non hanno ancora avviato un’inchiesta e rischiano di perdere l’opportunità di recuperare risorse da destinare ai cittadini”. Questo l’allarme lanciato in una nota dalle associazioni di difesa dei consumatori Codacons, Cittadinanzattiva e Movimento Difesa del Cittadino che da quasi un anno hanno denunciato le possibili pratiche elusive di McDonald’s con un esposto alle autorità italiane. Le associazioni hanno chiesto nuovamente di fare chiarezza sulle presunte pratiche fiscali elusive di McDonald’s con una lettera di sollecito destinata al Ministero dell’Economia e delle Finanze, alle Procure della Repubblica di Milano e Roma, alla Guardia di Finanza e all’Agenzia delle Entrate. Secondo l’esposto, il colosso del fast food potrebbe aver sottratto i proventi delle proprie attività al fisco italiano trasferendo le royalty in Paesi con regimi fiscali più favorevoli (Lussemburgo, Svizzera e Stati Uniti). Se l’accusa fosse accertata, secondo le associazioni, la multinazionale potrebbe essere chiamata a versare al fisco italiano fino a 224 milioni di euro. “Intanto – denunciano – 42 milioni di euro di potenziali sanzioni sono già stati persi per la mancata apertura dell’inchiesta in tempo utile”. (ANSA)

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox