3 Aprile 2002

Maxi-causa del Codacons

Maxi-causa del Codacons

Pasqua, sulle strade
morte 68 persone
(metà erano giovani)




ROMA ? Sono salite a 68 le persone decedute in incidenti automobilistici durante il ponte di Pasqua, e ben 31 avevano meno di 30 anni. Su 57 incidenti mortali, 22 si sono verificati tra le 20 e le 7 del mattino, ma il 50% degli incidenti è stato causato da perdita di controllo del veicolo da parte del conducente, senza contatto con altre auto. Sono alcuni dei dati elaborati dalla Polizia stradale in riferimento al periodo compreso tra il 28 marzo e il 1º aprile. Dati da cui risulta che i giovani sono statisticamente le vittime più frequenti di questo tipo di eventi. E che all?origine dell`ennesimo tragico week-end su strade e autostrade c?è un micidiale cocktail di imperizia, distrazione e alta velocità, complicati nelle ore notturne dalla minore visibilità, dal sonno e dalla stanchezza.

Dagli stessi dati, risulta anche un aumento (ancora non quantificato) del numero delle vittime di incidenti che hanno coinvolto motocicli. Sempre tra il 28 marzo e il 1º aprile la Polizia stradale ha accertato 30.291 infrazioni al Codice, 19.742 sulla viabilità ordinaria e 10.549 su quella autostradale: nel 2001, tra il 12 e il 16 aprile, le infrazioni erano state 24.271. Delle contravvenzioni elevate tra giovedì santo e Pasquetta, 11.538 hanno sanzionato l?eccesso di velocità o la velocità pericolosa, 3.441 il mancato uso delle cinture di sicurezza, 638 il non uso del casco, 364 la guida in stato di ebbrezza, 162 la circolazione autostrdale di veicoli non revisionati, 15 la guida sotto l?influenza di droghe. Rispetto al 2001, sono poco meno che raddoppiate (da 5.932 a 10.669) le multe per eccesso di velocità. Ingente lo sforzo operato dalla Polstrada per garantire la sicurezza di esodo e controesodo: le pattuglie di vigilanza impegnate sono state 7.199 (210 in più rispetto all`anno scorso), mentre i misuratori di velocità e gli etilometri utilizzati sono stati rispettivamente 568 e 944.
Da registrare, infine, che una maxi-causa di risarcimento danni per le vittime registrate sulle strade nelle vacanze pasquali sarà avviata dal Codacons, che chiederà ai ministeri degli interni e della difesa complessivamente 1 milione di euro di risarcimento danni e incaricherà l?autorità giudiziaria di accertare se effettivamente i due dicasteri abbiano attuato le misure necessarie a tutelare la sicurezza dei cittadini.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox