1 Marzo 2018

Maxi conguagli, bollette pazze.. e occhio ai contratti truffa. Il Codancons alle famiglie umbre: “Ecco come difendersi”

 

Tra maxi-conguagli, bollette pazze e contratti-truffa nel settore dell’energia, cresce l’allarme tra i consumatori. Anche in Umbria aumentano le richieste di aiuto da parte dei consumatori per problemi legati alle forniture di luce e gas. A segnalarlo è il Codacons, che spiega come il settore energia ,sia sempre più una giungla dove per i cittadini diventa difficile districarsi.

“Mentre le tariffe di luce e gas subiscono incrementi con conseguenti aggravi di spesa per i consumatori, le famiglie denunciano un generale peggioramento del servizio – spiega il Codacons –e questo anche alla luce degli ultimi dati forniti dall’Autorità per l’energia secondo cui gli utenti dell’Umbria hanno subito in un anno interruzioni delle forniture elettriche per una durata totale di 50 minuti, contro una media nazionale di 51 minuti. Spesso poi, succede il cambio di fornitore alimenta problemi con bollette e letture dei contatori, dando vita ai cosiddetti maxi-conguagli che rappresentano un incubo per i consumatori, oltre che una spesa non affrontabile da molti nuclei in difficoltà”.

Proprio per aiutare i cittadini dell’Umbria a districarsi meglio con le forniture di luce e gas e offrire loro uno strumento di difesa contro i colossi dell’energia, il Codacons ricorda che è possibile usufruire dello “scudo legale” messo a disposizione dall’associazione: una copertura assicurativa relativa alle spese per l’assistenza giudiziale e stragiudiziale, senza alcuna franchigia né numero massimo di sinistri, che copre le spese legali connesse ad azioni e difese civili, difese penali, controversie relative alla proprietà/locazione di immobili e questioni insorte con operatori telefonici, energetici e compagnie assicurative (info e dettagli sul sito www.codacons.it).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox