fbpx
28 Giugno 2002

Maturità: fuga di notizie

Maturità: fuga di notizie, pm ascoltano dipendenti ministero

Le fughe di notizie sulle tracce delle prove scritte dell`esame di Stato sono finite sul tavolo dei magistrati romani che stanno provvedendo ad ascoltare funzionari e responsabili del ministero della pubblica istruzione.


Da fonti della procura romana si apprende che i fascicoli aperti all`indomani delle prove della cosiddetta “maturità“ sono due, entrambi aperti contro ignoti.


Il pm romano Adelchi d`Ippolito sta indagando sul reato di rivelazione del segreto istruttorio, relativo alla traccia della versione di latino tratta dal “De Amicitia“ di Cicerone inviata da un utente al Forum del sito “studenti.it“ la sera precedente del 20 giugno scorso, data della seconda prova.


I responsabili del sito studenti.it, che è anche una testata giornalistica, hanno respinto ogni responsabilità nel caso, spiegando che “i forum sono spazi liberi di espressione“, del cui contenuto sono responsabili solo gli autori.


Gli inquirenti stanno ricostruendo il percorso che le tracce seguono dal ministero fino alla lettura in classe da parte delle commissioni.


Il secondo fascicolo, curato dal pm Paolo Ferraro, indaga sul “reato di rivelazione di notizie che devono restare segrete“ e si occupa delle fughe di notizie che hanno anticipato la prima e la terza prova d`esame.


Agli atti della procura romana figura anche una denuncia del Codacons contro un sito che avrebbe promesso di vendere una card ad un prezzo di circa 8 euro per ottenere informazioni riservate sulle tracce, anche tramite sms.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox