18 Giugno 2003

Maturità al via, la Moratti: «Aiuta ad affrontare le sfide»





ROMA – Per non crollare la sera ?7000 caffè? di Alex Britti, e la mattina, per trovare la carica giusta, ?Born to run? di Bruce Springsteen. Oppure, sempre la sera, per rilassarsi un po? una puntata dei ?Simpson?. Sono i consigli antistress messi in Rete da ?studenti.it? per i candidati della maturità. Secondo gli esperti bisognava «staccare la spina almeno ventiquattr?ore prima». E i maturandi sembrano aver recepito le esortazioni di rito: il 53% ha passato la sera della vigilia in famiglia; il 28% è uscito con la propria ragazza o il proprio ragazzo; mentre un altro 25% si è incontrato con gli amici. Soltanto il 23%, incurante degli inviti a smettere, ha continuato a studiare. Per tutti vale il consiglio di non fare le ore piccole, nè sui libri, nè davanti alla Tv.
«È fatta», hanno esclamato in tanti dopo avere sentito in tv il messaggio beneaugurante del ministro dell`Istruzione Letizia Moratti alla vigilia degli esami di maturità. Chi se l`aspettava che un ?aiutino? per l`imminente prova di italiano sarebbe arrivato proprio da lei! E sì, perchè il ministro, nel breve saluto inviato ai maturandi d?Italia, complici Tv e agenzie di stampa, ha fatto cenno «ai momenti drammatici della guerra in Iraq» e alla «firma della bozza della Convenzione europea, che è premessa di pace e di democrazia». Tanto è bastato per accendere nuove speranze e ringalluzzire adolescenti affranti: «Tra le tracce per i temi – hanno detto gli studenti – ce ne sarà certamente una che ha a che fare con questi argomenti!». Se è così i 481 mila candidati lo hanno scoperto stamattina.
La maturità «è un momento importante che vi apre nuovi orizzonti, che aiuta ad affrontare le sfide», ha detto la Moratti nel messaggio augurale rivolto agli studenti che da oggi sono alle prese con gli esami. «Sono sicura che vi siete preparati con serietà e impegno – ha sottolineato il ministro – e che avete avuto vicino i vostri insegnanti. So che non c`è solo la scuola per voi, avete i vostri sogni, le vostre ansie, i vostri desideri che si intrecciano con il contesto nel quale viviamo. E quest`anno è stato un anno particolare, è stato un anno di trasformazioni. Abbiamo vissuto i momenti drammatici della guerra in Iraq, ma anche la firma della bozza della convenzione europea che è promessa di pace e di democrazia. Ecco, la scuola vi aiuta ad affrontare queste trasformazioni».
Intanto, oggi con il compito di italiano sono iniziate le prove. Domani, invece, sarà la volta della seconda prova: latino al classico, matematica allo scientifico, lingua straniera al linguistico e così via. La terza prova è prevista per lunedì 23 giugno, sarà un test strutturato, con una trentina di domande. Poi, cominceranno gli orali: il colloquio verterà su tutte le materie, nel rispetto dei programmi svolti durante l?anno.
I aula vietati telefonini e palmari. Lo ha stabilito la circolare Moratti. Ma che cosa possono portare gli studenti senza contravvenire al regolamento? Il dizionario dei sinonimi, la calcolatrice, le tavole con i logaritmi si possono portare? Secondo il Codacons non è chiaro. Viale Trastevere replica spiegando che «è ben noto alle scuole, da anni, l`elenco di ciò che può e ciò che non può entrare nelle aule d`esame».


Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox