3 Maggio 2020

MASCHERINE: SUL CASO DEL VICEMINISTRO SILERI ANAC RISPONDE AL CODACONS E INVESTE DELLA QUESTIONE L’ANTITRUST

     

    ATTI GIRATI ALL’AUTORITA’ DELLA CONCORRENZA CHE DOVRA’ VERIFICARE EVENTUALI IRREGOLARITA’

    L’Anac interviene sul caso del possibile conflitto di interessi in tema di mascherine in capo al viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri. Il Codacons aveva presentato nei giorni scorsi un esposto all’Autorità Anticorruzione chiedendo di aprire una indagine sulla vicenda portata alla luce dalla trasmissione tv “Le Iene”, secondo cui la moglie del Viceministro lavorerebbe come agente rappresentante in un’azienda che ha fornito mascherine al Policlinico Umberto I di Roma con un appalto confermato dieci giorni dopo la nomina di Sileri.
    A tale esposto risponde oggi l’Anac, con una nota in cui si informa che gli atti sono stati girati per competenza all’Antitrust. Si legge nella comunicazione a firma del Presidente Francesco Merloni:
    Con riferimento alla vigilanza in ordine al rispetto della normativa in materia di conflitto di interesse e incompatibilità dei titolari di cariche di governo, si rammenta che l’art. 7 della Legge 20 luglio 2004, n. 215, recante “Norme in materia di risoluzione dei conflitti di interesse”, attribuisce la materia alla competenza dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, alla quale l’esposto in oggetto viene pertanto trasmesso”.
    Ora dunque la questione è nella mani dell’Antitrust, che dovrà verificare eventuali conflitti di interessi e irregolarità nell’aggiudicazione dell’appalto delle mascherine fornite al Policlinico Umberto I.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox