4 Ottobre 2020

MASCHERINE: IL TAR DI STRASBURGO BOCCIA L’OBBLIGO INDISCRIMINATO. ECCO LE MOTIVAZIONI

    A BREVE SARA’ DEPOSITATO RICORSO CODACONS CONTRO ORDINANZA DELLA REGIONE LAZIO

    SUL SITO CODACONS LA PAGINA PER ADERIRE ALL’INIZIATIVA

    L’obbligo indiscriminato di indossare la mascherina all’aperto è già stato bocciato dai tribunali stranieri. E’ il caso del Tar di Strasburgo che, nei giorni scorsi, ha bocciato il decreto del prefetto del Basso Reno che ha imposto a Strasburgo e altri 12 Comuni del dipartimento l’uso obbligatorio della mascherina anche all’aperto.
    Nelle sue motivazioni, il Tar ha sostenuto che il provvedimento deve essere rimodulato e differenziato, in quanto l’obbligo generalizzato di indossare le mascherine sempre e ovunque per tutti è “una grave violazione della libertà personale e di circolazione”. Il Tar ha poi sottolineato come il nuovo provvedimento del prefetto dovrà escludere i Comuni e le fasce orarie che non sono caratterizzate “da una forte densità di popolazione” o da “circostanze locali suscettibili di favorire la diffusione” del coronavirus.
    Intanto sarà depositato a breve dinanzi al Tar del Lazio il ricorso del Codacons contro l’ordinanza della Regione Lazio che impone in modo indiscriminato l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto, ricorso che vede già un primo firmatario illustre: il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi.
    Tutti i cittadini possono aderire al ricorso collettivo, cliccando qui.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox