27 Aprile 2020

Mascherine, caso Pivetti: il Codacons presenta un esposto alla Procura di Savona

 

Regione. Il caso delle mascherine importate dalla Cina e poste sotto sequestro dalla Procura di Savona finisce al vaglio della Corte dei Conti della Liguria e dell’ Anac, cui il Codacons presenta oggi un esposto, che viene inviato anche alla magistratura savonese. Al centro della denuncia il contratto tra la Protezione Civile e la società “Only Logistics Italia Srl” – società di cui è amministratrice unica l’ ex presidente della Camera Irene Pivetti – per la fornitura di mascherine, che risulterebbero tuttavia prive della certificazione richiesta. Nell’ esposto il Codacons chiede alla Corte dei Conti della Liguria di verificare “se nella fattispecie possa configurarsi uno spreco di denaro pubblico a danno della collettività accertando l’ operato della Protezione Civile nell’ ambito della procedura relativa alla individuazione della società “Only Logistics Italia Srl” per il contratto di forniture di mascherine e, conseguentemente, sanzionando le eventuali scelte dannose per la collettività stessa, ivi comprese le ipotesi di illeciti fonte di danno erariale”. All’ Autorità Nazionale Anticorruzione l’ associazione chiede di aprire una apposita istruttoria volta a valutare la vicenda denunciata e a predisporre tutti gli accertamenti del caso e profili sanzionatori ritenuti idonei in caso di accertata responsabilità a carico di tutti coloro che verranno individuati come responsabili. Alla Procura di Savona, infine, il Codacons chiede di estendere le indagini per le possibili fattispecie di truffa e truffa aggravata, nonché ipotesi di cui agli art. 355 c.p., vale a dire mancato adempimento di obblighi derivanti da un contratto di fornitura con lo stato, ma anche possibili pratiche commerciali ingannevoli e scorrette, accertando anche il ruolo della Protezione Civile in relazione al contratto di fornitura e alle procedure adottate nell’ individuazione della società suddetta, per il reato di omissione di atti dovuti in relazione alla mancata trasparenza a danno della collettività. TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULL’ EMERGENZA Dalla Home Rabbia e delusione Fase 2, parrucchieri ed estetisti sul piede di guerra: “1 giugno? Inaccettabile, dilaga l’ abusivismo” NELLO SPECIFICO Fase 2, ecco che cosa riaprirà il 4 maggio Azioni Fase 2, sui bus solo con mascherina e posti divisi da nastri colorati: ecco il piano di Tpl SCONTRO Fase 2, Toti attacca Conte: “Nel decreto mancano troppe cose, inaccettabile decidere tutto a Roma”

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this