fbpx
25 Ottobre 2002

Marinelli rimandato di tre settimane

Civitanova/Si deve decidere se ammettere all?esame delle Corte Costituzionale il ricorso di Roberto Gaetani

Marinelli rimandato di tre settimane

Sull?incompatibilità del sindaco il tribunale rinvia tutto al 13 novembre

CIVITANOVA – Incompatibilità del sindaco, nessun verdetto del tribunale. I giudici ieri non hanno preso decisioni e rinviato tutto al 13 novembre. La questione era: ammettere o meno all`esame della Corte Costituzionale il ricorso presentato dall`avvocato Roberto Gaetani che, da qualche anno, sta conducendo una battaglia per dimostrare l`incompatibilità del sindaco-medico Erminio Marinelli.

Il primo round lo ha vinto un anno fa, quando la Cassazione ha spodestato Marinelli, poi rimesso in sella dal Testo Unico degli Enti Locali che ha abrogato le cause sull`incompatibilità tra la carica di primo cittadino e quella di medico di base nella Asl del territorio da lui amministrato. Ed è per dimostrare la «incostituzionalità del Testo Unico, in cui il Governo ha peccato di eccesso di delega, perché una legge può essere modificata solo da un`altra legge» che Gaetani è ricorso di nuovo al Tribunale, un mese dopo l`elezione ter di Marinelli, lo scorso aprile. «Con il rinvio, i giudici hanno ritenuto di dover valutare meglio una questione molto delicata» commenta l`avvocato Ubaldo Perfetti, legale di Marinelli. Quindi, una udienza interlocutoria. Perfetti e Gaetani hanno depositato una propria memoria, preso atto dell`una e dell`altra strategia. Marinelli ha invece trascorso la mattinata di ieri in attesa di notizie dal Tribunale, tra una conferenza stampa e gli incontri in agenda.

Il rinvio dei giudici non ha tuttavia colto di sorpresa nessuno. Era una delle possibilità che si riservava il collegio del Tribunale maceratese. Decisione spostata di tre settimane, al 13 novembre, quando il collegio deciderà se rinviare la questione alla Corte Costituzionale – riconoscendo legittimità alle ragioni di Gaetani – oppure respingere il ricorso del legale, che in questa vicenda è affiancato dal Codacons. In caso di pronunciamento negativo è scontato l`appello al Consiglio di Stato. Comunque vada, tempi lunghi e Marinelli sulla “graticola“. Il sindaco ha sempre detto di non voler rinunciare alla professione di medico. Nelle sue stesse condizioni centinaia di sindaci in tutta Italia. L`esito del ricorso avrebbe quindi effetto su scala nazionale.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox