21 Novembre 2022

MANOVRA, TAGLIO CUNEO PER LAVORATORI, CODACONS: NON BASTA E NON RISOLVE EMERGENZA

     

    SERVE AZZERARE IVA SU TUTTI I BENI DI PRIMA NECESSITA’ E DESTINARE RISORSE AL CARO-BOLLETTE

    Il taglio del cuneo fiscale in favore dei lavoratori è una misura insufficiente se non accompagnata da provvedimenti mirati in grado di abbattere l’inflazione, contenere il caro-bollette e difendere sul lungo periodo la capacità di spesa delle famiglie. Lo afferma il Codacons, commentando l’ipotesi sul cuneo che potrebbe trovare spazio in manovra.
    “E’ evidente che nella situazione attuale il taglio del cuneo fiscale non basti a salvare redditi e potere d’acquisto degli italiani – spiega il presidente Carlo Rienzi – La misura deve essere necessariamente accompagnata da altri provvedimenti efficaci come il taglio dell’Iva su alimentari e generi di prima necessità che comporterebbe un risparmio fino a 300 euro annui a famiglia, ma su cui il Governo sembra voler fare marcia indietro, e dalla destinazione di ingenti risorse per alleggerire la spesa delle famiglie per le bollette di luce e gas. Su tale ultimo aspetto, infatti, l’ultimo decreto aiuti dell’esecutivo ha del tutto dimenticato le famiglie, concentrando le risorse a favore delle sole imprese” – conclude Rienzi.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox