9 Dicembre 2018

MANOVRA: SI APRE NUOVO FRONTE DI SCONTRO TRA DI MAIO E SALVINI. M5S AFFOSSA PROPOSTA LEGA SU CONTRIBUTO UNIFICATO A ONLUS

 

SOTTOSEGRETARIO ALLO SVILUPPO ECONOMICO DARIO GALLI PRESENTA EMENDAMENTO MA M5S SI METTE DI TRAVERSO E NE IMPEDISCE L’APPROVAZIONE

INTANTO IL PRESIDENTE MATTARELLA SOLLECITA IL MINISTRO BONAFEDE A RECEPIRE ISTANZE DELLE ONLUS

Si apre un nuovo fronte di scontro all’interno del Governo tra M5s e Lega. Al centro della querelle tra i due partiti di maggioranza, un emendamento alla Manovra a firma del Sottosegretario allo sviluppo economico, Dario Galli (Lega) che, accogliendo l’appello di 11 associazioni dei consumatori, prevede di esonerare le Onlus dal pagamento del contributo unificato quando avviano azioni giudiziarie di interesse sociale.
Emendamento presentato a tutte le Commissioni parlamentari competenti ma che ha ricevuto la bocciatura del M5S, con il Movimento che ha deciso di schierarsi contro la Lega e ha impedito fino ad oggi l’approvazione del testo.
“Così facendo Luigi Di Maio e il M5S non solo si mettono di traverso alla Lega contrastando l’azione di un Sottosegretario, ma arrecano un enorme danno ai cittadini più deboli, quelli cioè che non hanno la possibilità di ricorrere alla giustizia a causa degli elevati costi e che si rivolgono alle Onlus per tutelare i propri diritti – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Crediamo che su tale questione debba intervenire Beppe Grillo, cui oggi rivolgiamo un appello, per richiamare all’ordine il vicepremier e per far capire a Di Maio che gli interessi dei cittadini vengono prima delle beghe interne alla maggioranza”.
Intanto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, attraverso una nota ufficiale inviata al Codacons a firma della dott.ssa Rosanna De Rosa (Direttore dell’Ufficio per gli affari dell’Amministrazione della Giustizia), ha informato di aver sollecitato il Ministro della Giustizia Bonafede a valutare le istanze presentate dal Codacons e da altre 10 associazioni dei consumatori in merito al contributo unificato, e contenute in un appello inviato nei giorni scorsi al Capo dello Stato.
Infine il Codacons assieme ad un gruppo di associazioni civiche ha inviato una lettera a tutti i parlamentari invitandoli a non votare la fiducia sulla Manovra se non sarà inserito l’emendamento per salvare le posizioni dei più deboli impossibilitati ad avere giustizia nel nostro paese, e ha chiesto un incontro urgente ai senatori Paolo TOSATO e Gianmauro DELL’OLIO, relatori alla Commissione Bilancio.
In allegato il testo dell’emendamento presentato dal Sottosegretario Dario Galli.

 

Lettera propsta emendamento CNCU _su C.U.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox