27 Novembre 2022

MANOVRA: SALE A 60 EURO LIMITE DI ESENZIONE DA OBBLIGO POS. CODACONS: COLPO DI SPUGNA CHE CANCELLA 8 ANNI DI BATTAGLIE SU POS

    CON ELIMINAZIONE SANZIONI ESERCENTI POTRANNO RIFIUTARE ANCHE PAGAMENTI SUPERIORI A 60 EURO SENZA INCORRERE IN CONSEGUENZE

    Le disposizioni della manovra che riguardano il Pos rappresentano un colpo di spugna che cancella di netto 8 anni di battaglie in favore dei consumatori. Lo afferma il Codacons, commentando l’incremento da 30 a 60 euro del limite oltre il quale i commercianti sono esentati dall’obbligo di consentire il pagamento con carte e bancomat, previsto dall’ultima bozza circolata ieri della legge di bilancio all’articolo 69.
    L’obbligo del Pos per commercianti e professionisti ha rappresentato una storica battaglia del Codacons durata ben 8 anni e che aveva portato lo scorso giugno all’introduzione di sanzioni verso gli esercenti che rifiutavano ai clienti i pagamenti elettronici – spiega l’associazione – L’incremento del limite a 60 euro per l’uso di carte e bancomat deciso ora dal Governo, oltre ad essere del tutto inutile, rappresenta una presa in giro: l’eliminazione delle sanzioni nei confronti dei commercianti prevista dalla legge di bilancio, infatti, permetterà di fatto a tutti gli esercenti, professionisti e artigiani di rifiutare i pagamenti con Pos, senza incorrere in alcun tipo di conseguenza, con evidenti danni per i consumatori costretti, se vogliono effettuare acquisti e pagamenti, a ricorrere al contante – conclude il Codacons.

     

     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox