9 Febbraio 2021

Mamma morta su monopattino a Genova, scoppia la polemica sulla sicurezza

 

L’incidente avvenuto lunedì a Genova costato la vita a una mamma di 34 anni, travolta da un Tir mentre era a bordo di un monopattino elettrico, torna ad accendere le polemiche sulla sicurezza dei nuovi mezzi di trasporto leggeri. Nel 2020 ben 123 incidenti gravi in Italia hanno riguardato persone a bordo di monopattini e uno è stato mortale. Poche ore dopo la morte della donna, sempre a Genova un ragazzo di trent’anni alla guida di un monopattino ha perso l’equilibrio e, dopo aver picchiato la testa, è stato trasportato in ospedale in codice rosso.

Sindaci chiedono una regolamentazione efficace “Io e gli altri sindaci delle città metropolitane abbiamo chiesto al governo che venga varata un’efficace regolamentazione per la circolazione dei mezzi come i monopattini elettrici”, ha spiegato il sindaco di Genova, Marco Bucci. “Purtroppo oggi non è compito del sindaco normare il traffico e la viabilità, ma servono leggi a livello nazionale; siamo estremamente preoccupati perché abbiamo poche possibilità di intervenire sulla situazione”.

Per l’avvocato Domenico Musicco dell’Associazione vittime di incidenti stradali, sul lavoro e malasanità, la materia deve essere regolamentata “non solo sotto il profilo della sicurezza per chi lo guida, dal casco alle mini-assicurazioni, ma penso proprio a percorsi privilegiati per monopattini, che evitino altri episodi del genere. Ancora una volta rinnovo l’appello alla politica e al nuovo governo: un corso di educazione stradale da rendere obbligatorio nelle scuole. Lo proponiamo da anni e da anni viene ignorato: ma soltanto così si può fare vera prevenzione”.

Le linee guida del ministero dei Trasporti Sulla sicurezza del nuovo mezzo di trasporto, in estate era già scattato l’allarme in Lombardia, dove si erano registrati 130 incidenti da giugno a settembre, tanto che la Procura aveva deciso di aprire un’inchiesta. “Monopattini equiparati alle biciclette, limite di velocità fissato a 25 chilometri orari, casco obbligatorio per i minorenni, regole chiare per il parcheggio e divieto di circolazione in due, contromano o sui marciapiede”, sono le linee guida che ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Anci hanno siglato dopo le molteplici segnalazioni arrivate dalle amministrazioni su comportamenti indisciplinati e confusione interpretativa delle nuove norme. Ma evidentemente non sono bastate.

Il boom dei monopattini è arrivato con il bonus mobilità. “Le disposizioni normative vigenti relative ai monopattini – spiega il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – non appaiono adatte a garantire la sicurezza stradale e non a caso in Italia si registra un incidente grave ogni 3 giorni che vede coinvolto proprio tale mezzo di locomozione. Le norme prevedono infatti una serie di limitazioni che è materialmente impossibile far rispettare, anche perché mancano i controlli, e non introducono obblighi a tutela della salute degli utilizzatori dei monopattini, come il caschetto protettivo per tutti, targatura e assicurazione”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox