29 Aprile 2009

Maltempo, ora si contano i danni

Maltempo, ora si contano i danni Abbattuti cento alberi, Roma Est in tilt per tutta la mattinata Dopo 48 ore Voragine all’Appio Pignatelli.  Ritardi nei voli a Ciampino: Codacons sul piede di guerra

  Strade bloccate da alberi e allagamenti, black auto elettrici, traffico impazzito, soprattutto sulla Tangenziale e a Roma Est, problemi anche all’aeroporto di Ciampino, con qualche volo in ritardo e uno, da Stoccolma, dirottato su Fiumicino a causa di un nubifragio. Anche ieri il maltempo non ha lasciato tregua, almeno fino al pomeriggio, mentre si contano i danni provocati dalla perturbazione che si è abbattuta sulla città e sull’hinterland, soprattutto su via Prenestina e sulla Pontina. A complicare le cose una serie di disagi alla circolazione, da via Cassia all’Appia Pignatelli, chiusa al traffico per una profonda voragine. Dalla notte di lunedì a ieri sera i vigili del fuoco hanno effettuato quasi 300 interventi (in due giorni sono stati più di 600), mentre polizia e carabinieri hanno risposto a circa 7mila richieste di soccorso dal centro alla periferia. In via Cortina d’Ampezzo un albero si è abbattuto su un palazzo, lo stesso è accaduto in via Predosa, a Monte Mario, dove un grosso tronco ha danneggiato il balcone di un’abitazione. In via Ciacconio, all’Aventino, un ramo di grandi proporzioni ha invece impedito a una famiglia di uscire di casa. Problemi anche per cartelloni pubblicitari e cornicioni pericolanti a causa delle infiltrazioni d’acqua. La caduta di un pannello stradale fra Batteria Nomentana e Ponte Lanciani ha provocato ieri mattina la chiusura per ore della Tangenziale Est. La conseguenza è stata l’immediata chiusura dell’arteria e il blocco del traffico. Migliaia di automobilisti sono rimasti imbottigliati. E lo stesso è accaduto nelle strade d’accesso all’autostrada A/24 dove la Municipale ha chiuso alcune rampe.  «Il tutto è stato aggravato da informazioni carenti o sbagliate fornite ai caselli – ha protestato il Codacons – che hanno impedito agli automobilisti di uscire prima dall’ingorgo o scegliere strade alternative. Stiamo raccogliendo le firme dei cittadini per avviare una maxi causa di risarcimento danni nei confronti di ‘Strade dei parchi spa’, gestore della tratta». Un’altra denuncia è arrivata dai responsabili del Movimento per la difesa del cittadino (Mdc): «Di fronte all’acquazzone – hanno spiegato – le nuove strutture dell’aeroporto di Ciampino hanno mostrato lacune: nel salone dei gate 20, 21 e 22 i cestini della carta sono stati usati per raccogliere l’acqua che cadeva dal soffitto con disagi per i passeggeri che aspettavano di imbarcarsi».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox