4 Ottobre 2005

MALTEMPO: LOMBARDIA; TEMPORALI, FREDDO E PRIME NEVI

MALTEMPO: LOMBARDIA; TEMPORALI, FREDDO E PRIME NEVI / ANSA




DISAGI SULLE STRADE,IN MATTINATA CODE SU TANGENZIALE NORD MILANO








(ANSA) – MILANO, 3 OTT – Raggiunta quasi improvvisamente da

un inverno precoce, che ha fatto precipitare le temperature di

oltre 15 gradi, Milano, come il resto della Lombardia, è alle

prese con temporali, freddo e disagi sulle strade. Se a Sud

quindi ci si attarda ancora sulle spiagge, il Nord, almeno per

il momento, sta addirittura saltando l`autunno.

Le regioni settentrionali sono state raggiunte da 24 ore

dalla depressione proveniente dalla Francia. La Lombardia è una

delle zone più colpite. Da ieri, tutta la regione è stata

investita dalle piogge, a tratti temporalesche, e in Valtellina,

al di sopra dei 1.800 metri, sono arrivate le prime nevi della

stagione.

Sono stati numerosi i disagi che hanno colpito Milano durante

la notte e la mattinata. Molte piazze e strade si sono allagate,

per la pioggia intensa. I tombini si sono ostruiti in fretta.

Gli allagamenti hanno causato occasionali rallentamenti del

traffico cittadino. Ma su un tratto della tangenziale nord in

corrispondenza di Paderno Dugnano la carreggiata è stata chiusa

per alcune ore. Lunghe code si sono create anche sul peduncolo

(Tangenziale nord), all`altezza dell`uscita per Cormano. La

Polizia stradale ha raccomandato la massima prudenza agli

automobilisti e ha consigliato di tenere una distanza di

sicurezza maggiore rispetto alla norma, per la presenza di pozze

d`acqua sulla carreggiata, che potrebbero rendere difficili le

frenate. Ha consigliato inoltre di avere le catene a bordo a chi

deve viaggiare in macchina verso le zone di montagna.

Non mancano le polemiche sulla condizione delle strade. Il

Codacons ha ricordato che esiste una legge in base alla quale su

autostrade e strade extraurbane progressivamente deve essere

applicato un asfalto a effetto drenante. In realtà afferma il

Codacons, questo asflato esiste solo sul 20% delle autostrade ed

é inesistente sulle altre.

La pioggia alza anche i livelli dei corsi d`acqua. In

mattinata, è rientrato il rischio di esondazione del fiume

Seveso, che scorre sotto la zona di Niguarda alla periferia di

Milano. Ieri era invece esondato il Lambro, senza però causare

problemi per i residenti.

Il brutto tempo, secondo l`Osservatorio meteorologico di

Milano Duomo, dovrebbe continuare, con condizioni costanti,

almeno fino a venerdì. Sono previste ancora piogge, quindi, con

temperature minime attorno ai 10-11 C° e massime sui 13-14 C°.

Proprio per questo i Comuni cominciano a fronteggiare

l`emergenza freddo. Tra i primi quello di Monza, dove con

un`ordinanza il sindaco, Michele Faglia, ha autorizzato da

domani l`accensione degli impianti di riscaldamento a partire

dal 4 ottobre per un periodo massimo di funzionamento di 7 ore

giornaliere.(ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox