13 Maggio 2009

MALORE DOPO BICCHIERE ACQUA: CODACONS, ALLARMI MAI ASCOLTATI

          
            (ANSA) – ROMA, 13 MAG – "E’ dal 2002 che il Codacons,
inascoltato, denuncia il problema e casi verificatasi in vari
bar e ristoranti, avendo individuato, con una sua inchiesta, le
ragioni di questi ‘incidenti’, che incidenti non sono". Lo
afferma il Codacons in merito al malore che ha avuto il
procuratore capo della Procura di Frosinone, Margherita Gerunda,
dopo aver bevuto un sorso di soda caustica, al posto dell’acqua,
in un bar di Frosinone.
   Il Codacons spiega di aver anche presentato una denuncia ai
Nas di Milano nel 2003 sottolineando che "nei bar e nei
ristoranti, che comprano detersivi in quantità industriali all’
ingrosso e, quindi, in contenitori grandi, travasano, per
comodità, queste pericolose sostanze detergenti e disinfettanti
in normali bottiglie d’acqua. Questo perché, essendo piccole,
sono più comode e pratiche per un uso quotidiano rispetto al
recipiente originale che può contenere anche decine di Kg o
litri di prodotto".
   "In altri casi – aggiunge l’associazione – il cambio del
contenitore viene fatto perché sono utilizzate pericolose
miscele caserecce derivanti dall’unione di più sostanze
industrialmente prodotte. Qualche volta la bottiglia si usa solo
perché, essendo trasparente, consente di verificare se il
prodotto sta finendo".(ANSA).
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox