21 Maggio 2020

Ma la fase 2 a ciascuna famiglia potrebbe costare oltre 500 euro

PESARO Sull’ aumento che ricadrà sulle famiglie da qui ai prossimi mesi ha fatto un po’ di conti il Codancons che ipotizza che la fase 2 costerà a ogni famiglia oltre 500 euro, per la precisione 536 euro. Secondo l’ analisi dell’ associazione dei consumatori sono due gli elementi che influenzeranno il caro prezzi: la prolungata chiusura delle attività e i costi da sostenere per la sanificazione. Da tenere in considerazione ci sono poi le regole del distanziamento sociale, che riducono sensibilmente il numero di clienti delle attività, e di conseguenza i guadagni. Tutti questi elementi possono portare a un aumento dei prezzi per tutte quelle attività che hanno aperto già dal 18 maggio, ma nemmeno il settore alimentare è immune dal rialzo dei costi. Il problema sarebbe poi del consumatore finale, che secondo il prospetto elaborato da Codacons costerebbe ai portafogli delle famiglie ben 536 euro in più. Secondo l’ elaborazione Codacons l’ aumento dei prezzi coinvolge più settori. Ad esempio, l’ Istat ha registrato un aumento del 2,8% ad aprile nel settore alimentare , che è uno dei pochi a non aver mai chiuso i battenti. Nei prossimi giorni sono attesi rincari anche nell’ abbigliamento e nel comparto ristoranti , così come per i servizi per la cura della persona (come parrucchieri ed estetiste). Anche il settore turistico potrebbe aumentare i prezzi, sia per quanto riguarda gli alberghi che per i trasporti . © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox