23 Luglio 2014

L’ultimo viaggio della Concordia dal Giglio a Genova

 L’ultimo viaggio della Concordia dal Giglio a Genova

Isola del Giglio – Intorno alle 11, dopo due anni e mezzo di attesa, la Costa Concordia ha lasciato l’isola del Giglio per mettersi in navigazione verso Genova: sta procedendo a una velocità di 1,9 nodi.
Il Codacons: «Non festa, ma commemorazione»
Secondo Carlo Rienzi, presidente del Codacons, «oggi non dev’essere un giorno di festa, semmai dovrebbe essere il giorno della commemorazione delle 32 vittime del naufragio: le operazioni di galleggiamento della nave si sono trasformate in questi giorni in una sorta di miracolo della navigazione, facendo perdere del tutto di vista il motivo per cui la Concordia ha necessitato di tale procedura».
La Guardia Costiera: «Monitoraggio 24 ore su 24»
Nel corso del trasferimento verso Genova, la Guardia costiera garantirà la sicurezza della navigazione del trasporto marittimo e il monitoraggio e la tutela ambientale. Sotto l’aspetto della tutela ambientale, un aereo ATR42 della Guardia costiera volerà, durante tutto il periodo della navigazione, su nave Concordia, monitorando il mare attraverso il telerilevamento ambientale.
De Falco: «Era ora»

«Era l’ora. Adesso il Giglio potrà riacquistare la sua dimensione di una delle isole più belle dell’arcipelago toscano». Commenta così al telefono con l’ANSA il comandante Gregorio De Falco dopo la partenza della Costa Concordia. De Falco non ha voluto però commentare le parole di Francesco Schettino che si è detto fiducioso sull’operazione: «Non mi pare un aspetto così interessante in questa vicenda».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this