24 Maggio 2019

Luci, parcheggi e supermercati A Lomazzo è “tutti contro tutti”

verso il voto il responsabile del codacons firma volantini contro il sindaco benzoni replica: «mi riservo azioni legali». l’ opposizione: «ha detto il vero»
Si sa, come recitava il noto motto latino, che il veleno sta nella coda. Si è accesa nel finale la campagna elettorale, con entrambe le liste in lizza che denunciano danneggiamenti e problemi riguardo di manifesti e volantini elettorali. Doccia fredda Ad arroventare ulteriormente il clima si è aggiunto un durissimo volantino, firmato dall’ ex-assessore Pino Crusco, quale responsabile del territorio e ambiente di Codacons, con una serie di stoccate alla giunta del sindaco Valeria Benzoni riguardo alla pubblica illuminazione, al sovrappasso e al nuovo parcheggio di Como Next. In particolare Crusco accusa il sindaco «di aver costretto i propri consiglieri ad approvare nuovi centri commerciali quando in precedenza li aveva contestati» per concludere con «non merita la fiducia di ambientali e consumatori lomazzesi». Distribuito in questi giorni nelle cassette postali della cittadinanza ha fatto andare su tutte le furie la maggioranza uscente trovando però appoggio tra gli avversari. «Si tratta di un volantino infamante, pieno di bugie e informazioni sbagliate e devianti, non possiamo sapere se la lista avversaria sappia di questa iniziativa e li invitiamo quindi a prendere le distanze da questo atto sleale e diffamatorio che mira a infangare sia il nostro operato che l’ integrità del lavoro di tutta la struttura amministrativa ingannando oltretutto i cittadini che domenica esprimeranno il proprio voto – è la presa di posizione del sindaco Valeria Benzoni capolista di Amo Lomazzo e Manera – sappiamo bene che l’ associazione che difende i consumatori non ha scopi politici e siamo stupiti che abbia permesso a uno dei suoi rappresentanti di sfruttarne il marchio che è sinonimo di integrità e difesa dei diritti. Abbiamo pertanto informato gli uffici regionali e nazionali del Codacons e attendiamo una smentita ufficiale. Naturalmente quanto avvenuto porterà delle conseguenze e delle azioni nelle sedi opportune tramite ogni via legale consentita». Manifesti distrutti Benzoni e la civica di maggioranza fanno sapere anche di condannare e prendere le distanze da ogni «scorrettezza che leda libertà di espressione». «Ad essere strappati e danneggiati sono stati solo i nostri manifesti e non quelli del centro sinistra che erano affissi proprio a fianco – ribatte Giovanni Rusconi, candidato sindaco del centro destra – non basta quindi esprimere solidarietà, l’ amministrazione avrebbe infatti dovuto vigilare per evitare questi attacchi ingiustificati». «Da una prima scorsa del volantino del Codacons – aggiuge Rusconi – non mi pare poi ci sia nulla di falso, ma anzi dei temi, come quello riguardanti il parcheggio nell’ area feste che anche noi abbiamo a più riprese sollevato e messo in luce. Ritengo insomma si evidenzino dei dati di fatto e ritengo che l’ amministrazione dovrebbe fare anche un po’ di autocritica, evitando su questa vicenda esagerazioni da campagna elettorale».
gianluigi saibene

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox