31 Marzo 2017

Luce più cara e sconto sul gas: «In fattura 43 euro in meno»

Luce più cara e sconto sul gas: «In fattura 43 euro in meno»

LE bollette della luce e quelle del gas scrivono due storie contrapposte: da aprile (e fino a giugno) le tariffe elettriche subiranno un aumento del +2,9% mentre quelle del metano scenderanno del 2,7%. Lo ha deciso l’ Autorità per l’ energia. Sommando il dare e l’ avere, la famiglia media italiana risparmierà più di 43 euro. Come una così netta divaricazione fra luce e gas? Sull’ elettricità, spiega l’ Authority, «pesano i rialzi di inizio d’ anno nel mercato all’ ingrosso, innescati dalle emergenze sui mercati europei, specie quello francese, e dall’ eccezionale ondata di freddo». Invece la diminuzione della fattura del metano si deve a un lieve calo del prezzo della materia primae a un taglio un po’ più consistente delle tariffe di trasporto. E quali saranno gli effetti sulle famiglie? Per l’ elettricità la spesa (al lordo tasse) della famiglia -tipo fra il 1° aprile e il 30 giugno sarà di 505,54 euro (+0,7% rispetto ai 12 mesi precedenti, pari a 3,7 euro). Invece per il gas la spesa sarà di circa 1029 euro (-4,4% pari a un risparmio di 47 euro). Nonostante il vantaggio complessivo di 43,30 euro per la famiglia media, il Codacons protesta contro il «rincaro del tutto inaspettato» delle bollette elettriche. «Dopo i forti incrementi scattati a gennaio» dice il presidente dell’ associazione di consumatori, Carlo Rienzi, «ci si aspettava una sensibile riduzione sia per la luce sia per il gas, ma così non è stato. Sulle bollette elettriche è in arrivo un rincaro abnorme, che non appare giustificato dall’ ondata di freddo che ha colpito paesi come Italia e Francia. Avvieremo le dovute verifiche per accertare la correttezza degli incrementi delle tariffe e dei costi di approvvigionamento, allo scopo di escludere possibili speculazioni sulle bollette degli italiani, come quelle dei grossisti registrate lo scorso anno e che hanno portato il Tar della Lombardia a bloccare gli aumenti delle tariffe a seguito di un ricorso Codacons. Non escludiamo un nuovo ricorso ai giudici amministrativi se riscontreremo anomalie». Ancora più critica Unione nazionale consumatori: secondo un suo studio, su base annua il rincaro della luce costerà alla famiglia media italiana 14,80 euro in più, mentre «da aprile a luglio nessuno potrà usufruire della riduzione del prezzo del gas, essendo i riscaldamenti spenti. In concreto, quindi, sui bilanci delle famiglie inciderà solo l’ aumento dell’ elettricità» secondo Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’ Unione. Condiretti plaude al «risparmio complessivo». L’ associazione dei coltivatori dice che le decisioni dell’ Autorità dell’ energia si traducono «in un contenimento complessivo della spesa energetica che in un momento di crisi ha doppio effetto positivo: aumenta il potere di acquisto dei cittadini e delle famiglie e riduce anche i costi delle imprese,
luigi grassia

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this