7 Gennaio 2003

Lotteria Italia, 5 milioni in Lombardia

Lotteria Italia, 5 milioni in Lombardia
A Rho il primo premio. Fortunate Liguria, Sicilia e Roma. Niente jackpot

ROMA. La Lotteria Italia bacia la Lombardia, ma è stata molto generosa anche con la Liguria, la Sicilia e la città di Roma. Il primo premio del concorso nazionale abbinato alla trasmissione ?Uno di noi? condotta da Gianni Morandi su Raiuno, è stato infatti vinto dal biglietto serie M numero 313033, venduto a Rho in provincia di Milano. Il tagliando si assicura così il premio principale di cinque milioni di euro. Invece il jackpot di 4 milioni e 175 mila euro legato al gioco finale, quello del disco incantato, non è stato assegnato e quindi sarà ripartito tra i premi di seconda e terza categoria. In particolare, come ha spiegato il direttore generale del Monopoli Giorgio Tino, i premi di seconda categoria, da 100 mila euro, passano da 20 a 30, mentre quelli di terza categoria, da 50 mila euro, passano da 30 a 50.
Questi, dunque, gli altri biglietti estratti in serata e che vincono, rispettivamente, dal secondo al decimo premio di prima categoria della Lotteria Italia: il secondo premio per un importo di due milioni di euro va al biglietto serie O numero 810226 venduto a Serraricò, in provincia di Genova; il terzo premio per un importo di un milione di euro va al biglietto serie M numero 744416, venduto a Dolo, in provincia di Venezia; il quarto premio, per un importo di 800 mila euro va al biglietto serie S numero 674098, venduto a Genova; il quinto premio, per un importo di 700 mila euro, va al biglietto serie A numero 956310, venduto a Loano, in provincia di Savona; il sesto premio, per un importo di 600 mila euro, va al biglietto serie G numero 221133 venduto a Messina; il settimo premio, per un importo di 500 mila euro, va al biglietto serie D numero 655346, venduto a Novara; l?ottavo premio, per un importo di 400 mila euro, va al biglietto serie G numero 169919, venduto a Santa Teresa di Riva, in provincia di Messina, Il nono premio, per un importo di 300 mila euro, va al biglietto serie T numero 977451, venduto a Roma; il decimo premio, per un importo di 200 mila euro, va al biglietto serie R numero 639801, venduto a Roma.
Ma l?estrazione dei numeri non è filata del tutto liscia, in quanto uno «scherzetto» poteva far rischiare il ?classico? infarto al possessore del biglietto vincente. Con questa parola, infatti, Stefania Orlando ha definito la totale confusione che ha caratterizzato, ieri sera, l?estrazione dei tagliandi fortunati. Dopo aver lasciato intendere, in diretta tv, che il primo biglietto estratto era quello abbinato al premio da 5 milioni di euro, la Orlando, evidentemente disinformata, ha subito dopo corretto il tiro smentendo l?abbinamento primo biglietto estratto-primo premio da 5 milioni. Muto, al suo fianco, il direttore Tino. Di smentita in smentita: dopo qualche minuto, nell?imbarazzo generale, e alla richiesta di chiarimento di Lorella Cuccarini dallo Studio 5 di Cinecittà, la Orlando ha comunicato che in effetti il primo biglietto estratto corrispondeva anche alla vincita più ingente e che si era trattato semplicemente di «uno scherzetto». Solo alla fine dell?estrazione, quindi, la Orlando e il direttore dei Monopoli hanno chiarito che la successione dei biglietti estratti corrispondeva ai dieci primi principali partendo dal primo. «È stato solo un piccolo equivoco immediatamente superato», ha affermato Tino, commentando con i giornalisti il piccolo ?giallo?. «Non è il caso di enfatizzare un episodio trascurabile – ha aggiunto il dirigente del ministero delle Finanze – che non ha portato nessuna conseguenza. Tutto si è svolto con trasparenza e chiarezza». Anche il Codacons, l?associazione dei consumatori un rappresentante della quale ha partecipato all?estrazione dei biglietti vincenti della Lotteria Italia, «pur rilevando un difetto iniziale di comunicazione rispetto alla necessità di abbinamento tra i biglietti, nell?ordine in cui venivano estratti, e i premi, ha considerato nella sostanza del tutto regolari le operazioni di estrazione».
Sono state, dunque, complessivamente la Lombardia e la Liguria le due regioni più baciate dalla fortuna. In provincia di Milano è stato infatti venduto il biglietto da 5 milioni di euro, ma sono ben tre i fortunati vincitori della regione dei fiori: a Serrafricò, in provincia di Genova, è stato infatti venduto il biglietto da 2 milioni di euro, secondo premio; a Genova città, invece, il biglietto vincitore di 800mila euro e a Loano, in provincia di Savona, il quinto biglietto vincente, che varrà al suo possessore 700 mila euro.
La terza regione più fortunata è stata la Sicilia, dove sono stati venduti due dei biglietti vincenti: quello abbinato al sesto biglietto estratto, che vale 600 mila euro, e che ha il superfortunato a Messina, e quello da 400 mila euro venduto a Santa Teresa di Riva, in provincia di Messina. Due biglietti vincenti, rispettivamente quello da 300 mila euro e da 200 mila, sono stati venduti invece nella capitale.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox