10 Settembre 2015

Lorenzin vaccina i suoi bambini, poi dice: “Mamme, state tranquille”. Polemica del Codacons

Lorenzin vaccina i suoi bambini, poi dice: “Mamme, state tranquille”. Polemica del Codacons

Il
ministro della Salute: “Non bisogna aver paura delle vaccinazioni
perché salvano la vita dei nostri bambini e di quelli che sono intorno a
loro”

Roma, 10 settembre 2015 – Appello pro-vaccini del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che questa mattina ha fatto fare le iniezioni ai i suoi bambini, i gemelli Lavinia e Francesco nati lo scorso giugno. All’uscita del centro vaccinazioni a Roma ha detto: “Penso che nessuno più di me in Italia sia informato sui dati e la casistica dei danni collaterali, ma spero che il fatto che io sia così tranquilla nel vaccinare, possa tranquillizzare le altre mamme”. Non ha dubbi il ministro neo-mamma: “Non bisogna aver paura delle vaccinazioni perché salvano la vita dei nostri bambini e di quelli che sono intorno a loro. Perché i virus vivono intorno a noi: soltanto grazie alle vaccinazioni di massa non entrano nella nostra vita. E quando ci sono delle falle nel sistema vediamo bambini che muoiono di morbillo, epidemie di pertosse, problemi di meningite. Sono cose molto serie. Ognuno pensa che non possa capitare a te, non può capitare a te solo se tutti noi siamo vaccinati”, ha concluso.

Il Codacons, però, polemizza. Il presidente dell’associazione Carlo Rienzi sostiene che il ministro “ha realizzato oggi un mega spot gratuito in favore dell`industria farmaceutica”. E insiste: “Riteniamo gravissimo quanto avvenuto oggi, e altrettanto gravi le affermazioni della Lorenzin. Un ministro della Repubblica non dovrebbe mai sbilanciarsi a favore degli interessi economici di soggetti privati, in questo caso le case farmaceutiche, facendo pubblicità ai loro prodotti. Se come madre la Lorenzin ha il pieno diritto di fare le scelte che ritiene più giuste per i propri figli, come Ministro ha il dovere di fornire una informazione corretta ai cittadini e tutelare gli interessi della collettività”.

Nel mirino del Codacons soprattuto le parole in favore della vaccinazione di massa, considerata esente da qualsiasi rischio. “Peccato il Ministro non abbia specificato che il Servizio sanitario nazionale inietta ai nostri bambini un vaccino esavalente – dice ancora il Codacons -, nonostante la legge riconosca solo quattro vaccini obbligatori, pratica che può comportare danni da sovraccarico e choc del sistema immunitario nei bambini, mentre sul fronte economico la procedura comporta uno spreco di soldi pubblici a carico del Ssn, e quindi della collettività, pari a 114 milioni di euro all’ anno, a tutto vantaggio delle multinazionali dei farmaci”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox