1 Aprile 2016

Lorenzin: «Pratica agghiacciante» Esposto del Codacons in Procura

Lorenzin: «Pratica agghiacciante» Esposto del Codacons in Procura

«Le notizie che trapelano sull’ attività dell’ infermiera di Piombino descrivono una pratica agghiacciante, orrenda. Il mio ringraziamento particolare va ai Carabinieri del Nas che l’ hanno arrestata». È ilcommento del ministro della salute Beatrice Lorenzin. «Nella classifica degli orrori stavolta abbiamo raggiunto una delle vette commesse dalla miseria umana. Non è la prima volta- prosegue il ministro- che vengono scoperti omicidi in serie che vedono come protagoniste infermiere -killer». «È davvero una storia orribile, alla quale si fa fatica a credere. Una storia che purtroppo rischia di gettare discredito su una categoria, quella degli infermieri, che invece è fatta da persone che svolgono il loro lavoro con competenza, professionalità, dedizione. Il mio pensiero e la mia solidarietà va ai parenti delle vittime». Le fa eco l’ assessore al Diritto alla salute della Toscana, Stefania Saccardi. La «segnalazione» ai carabinieri del Nas di possibili problemi nel reparto di terapia intensiva dell’ ospedale di Piombino è partita dall’ Azienda sanitaria: lo ha detto ieri Maria Teresa De Lauretis, direttore generale dell’ azienda USL Nordovest. Federico Gelli, deputato del Pd e responsabile sanità del partito chiede invece «un’ ispezione ministeriale per capire come questa persona possa aver agito indisturbatamente uccidendo, con lo stesso modus operandi, ben 13 persone». «In attesa che la magistratura chiarisca i dettagli di questa assurda vicenda, c’ è una domanda alla quale gli inquirenti dovranno fornire al più presto risposta: come sia stato possibile che di fronte a 13 decessi sospetti l’ ospedale non si sia accorto di nulla». Ad affermarlo il Coda cons, che annuncia un esposto in Procura sul caso dell’ infermiera.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this