18 Dicembre 2019

Lo spot dell’Alfa Romeo finisce in Procura

Finisce in Procura lo spot dell’ Alfa Romeo inserito nel film «6 Underground», girato a Firenze l’ estate 2018 e da qualche giorno in onda su Netflix . Le immagini dell’ Alfa Romeo Giulia verde brillante che sfreccia a tutta velocità per le strade di Firenze, schivando pedoni e ciclisti, non sono piaciute a diverse associazioni di consumatori. Il Codacons ha così depositato nei giorni scorsi un esposto alla Procura di Firenze intimando il ritiro dello spot pubblicitario in quanto invia «un messaggio diseducativo che incita alla trasgressione delle norme stradali». In contemporanea è stato depositato un esposto anche all’ Antitrust che dovrà decidere se ritirare lo spot pubblicitario contestato. «Il tema della sicurezza dovrebbe essere l’ obiettivo comune da perseguire in un paese in cui si registrano ancora quasi 3.500 morti l’ anno per incidenti stradali – spiega il Codacons – Nel messaggio pubblicitario l’ autovettura Alfa Romeo sfreccia nelle vie di Firenze ad alta velocità, commettendo una serie incredibile di violazioni alle regole del Codice della Strada; uno spot che, attraverso tali immagini, rischia di indurre i guidatori ad atteggiamenti sconsiderati, mettendo in pericolo l’ incolumità pubblica». Anche la Fiab (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) insieme ad un gruppo di associazioni attive per la promozione della mobilità sostenibile e della sicurezza stradale ha scritto una lettera al ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e alla ministra dei Trasporti Paola De Micheli – e per conoscenza al sindaco di Firenze Dario Nardella – chiedendo che lo spot venga immediatamente ritirato .

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox