fbpx
26 Febbraio 2010

Lo sportello del cittadino apre alle donne in difficoltà

 
 Novi Ligure. Apriranno lunedì 1° marzo, al piano terra di palazzo Pallavicini, sede del Comune, lo "Sportello del cittadino" e lo "Sportello donna", nuovi servizi che dovrebbero favorire un rapporto più diretto tra cittadini e amministrazione. Gli sportelli sono nati in accordo con l’ assessorato provinciale agli affari sociali e la Regione Piemonte e sono il frutto di un protocollo d’ intesa sottoscritto nei giorni scorsi, "Provincia si-cura". L’ accordo vede il coinvolgimento di tutti gli enti che sul terreno provinciale si occupano di sicurezza, contrasto alla violenza, promozione delle pari opportunità e delle condizioni di uguaglianza, parità e rispetto tra donne e uomini. Lo stanziamento previsto dal protocollo d’ intesa ammonta a circa 200 mila euro: la Regione parteciperà con circa 168 mila euro, attraverso i fondi previsti dalla legge regionale 23 del 2007 sulla sicurezza integrata. «Una volta alla settimana presso lo Sportello donna – spiega il sindaco Lorenzo Robbiano – saranno presenti volontari dell’ associazione Medea e un’ assistente sociale che raccoglieranno le richieste di aiuto delle donne e le indirizzeranno negli uffici preposti». Con lo "Sportello del cittadino" vengono ampliati i servizi offerti dall’ Urp (ufficio relazioni con il pubblico). Presso un’ unica sede sono a disposizione tutte le informazioni sul funzionamento dei servizi comunali, sull’ ubicazione degli uffici e gli orari di apertura, sui documenti necessari e sulle procedure per domande e certificati. Attraverso una rete informatica lo Sportello è in grado di fornire le principali novità che riguardano altri servizi pubblici. Il Comune infatti è il primo interlocutore al quale il cittadino si rivolge per qualsiasi problema. Per questo lo "Sportello del cittadino" ha predisposto un ufficio polivalente che offre assistenza e consulenze in ambiti più ampi delle competenze comunali. Periodicamente saranno disponibili esperti in assistenza sociale, immigrazione e integrazione, diritti del malato e dei consumatori, case popolari, bandi, finanziamenti. «Il calendario – continua Robbiano- è in fase di definizione ma si può già dire che ogni giorno l’ ufficio polivalente ospiterà un diverso operatore». Attualmente hanno aderito le associazioni dei consumatori Adoc, Adiconsum, Codacons e Federconsumatori,Cittadinanzattiva, Atc (Agenzia territoriale per la casa) e Csp (Consorzio servizi alla persona), quest’ ultimo presente con i mediatori culturali e un assistente sociale. Lo "Sportello" sarà aperto da lunedì a sabato dalle 9 alle 12 e lunedì e mercoledì dalle 15 alle 16.30.Oltre che di persona, lo si potrà contattare allo 0143.772277 e al numero verde 800.702811.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox