fbpx
1 Novembre 2017

Dopo lo sparo Il Codacons richiede più vigilanza

Anche il Codacons, il comitato dei consumatori, prende posizione sullo sparo a Barzio, invitando le forze dell’ ordine a intensivi pattugliamenti in Valsassina.Sta creando ancora eco il fattaccio verificatosi la settimana scorsa a Prato Buscante. Un colpo sparato a terra da un ancora ricercato albanese, residente a Cremeno, nel cortile della “Giardini Martini”. Il titolare, Nue Martini, di origini kosovare, era lì. «Le istituzioni non possono aspettare la tragedia per intervenire», è il parere del Codacons. L’ associazione vuole che le strade della Valsassina siano «monitorate da pattuglie a disposizione ventiquattro ore su ventiquattro per combattere la criminalità». Appello lanciato. Intanto sono ancora in corso le ricerche dello sparatore. A quanto risulta al sindaco di Cremeno, Pier Luigi Invernizzi: «Residente nel mio Comune, frazione di Maggio in località Belvedere». Nue Martini è conosciuto per essere anche il giardiniere de Comune di Barzio, nonché scultore del legno. B. Gro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox